VIRTUS ANCORA PENALIZZATA DAGLI ARBITRI

Pari con la Casertana. Negato un clamoroso rigore allo scadere

189

Virtus Francavilla Casertana 1-1: un punto a testa nella partita valida per la terza giornata del girone C di Serie C. La Virtus Francavilla al 50’ era passata in vantaggio con il gol di Léonardo Perez, e sembrava avviarsi verso una vittoria non troppo complicata; invece al 75’ è arrivato il pareggio realizzato da Angelo D’Angelo. Allo scadere la Virtus protesta per una clamorosa svista arbitrale: Perez atterrato all’ingresso in area si è visto sventolare il cartellino rosso per simulazione.

Antonio Magrì, presidente della Virtus Francavilla, ha commentato così l’episodio che ha scatenato le polemiche nel finale della sfida contro la Casertana ai microfoni di Canale 85: “Stiamo a ridire le stesse cose del post-Catania. Anche oggi un torto arbitrale grandissimo, dalla panchina sembrava netto il fallo da rigore su Perez. E l’arbitro, come se non bastasse, ha espulso anche Perez e Nunzella per proteste: un danno enorme per questa partita, ma anche per la prossima. Sono stufo di questa situazione: si fanno sacrifici per poi raccogliere le briciole e l’incompetenza di questa classe arbitrale. Abbiamo mandato i video della sfida di domenica scorsa a chi di dovere e ci hanno detto di aver ragione; a questo punto è inutile protestare. Mi sono sentito con diversi presidenti in settimana e lo farò anche nei prossimi giorni: non si può continuare così, chi sbaglia deve pagare. Così come vengono penalizzate le società quando non rispettano le scadenze, così devono essere penalizzati gli arbitri. Occorre una presa di coscienza di Lega, AIA e FIGC: la classe arbitrale deve essere formata meglio, chi sbaglia deve restare a casa”.

Sulla gara: “È stata una bella gara contro una buona squadra. Ma resta la delusione e l’amarezza, si poteva fare meglio. Adesso è il momento di rabbia e delusione, dispiace per i ragazzi che hanno fatto una grande settimana di allenamenti. Questi episodi ti abbattono dal punto di vista psicologico. Pensiamo alla prossima, seppur senza due calciatori importantissimi”.

Comments are closed.