VENERDI’ 23 FEBBRAIO IL PRESIDENTE GRASSO A TARANTO

Iniziativa di Liberi e Uguali a Taranto. Ci sarà anche Rossella Muroni

551

Venerdì 23 febbraio alle ore 17,00 ( alle 16,30 incontro con la stampa) il Presidente del Senato, Pietro Grasso, sarà a Taranto, presso la sala  del Mercure Hotel Delfino, in Viale Virgilio n. 66, per un’assemblea pubblica nell’ambito della campagna elettorale per le elezioni politiche del 4 marzo 2018. L’iniziativa sarà introdotta dal consigliere regionale Mino Borraccino e vedrà la partecipazione della candidata capolista alla Camera dei deputati per Liberi e Uguali, Rossella Muroni.  Si parlerà di lavoro, salute e innovazione per Taranto.

“Il Presidente Pietro Grasso – scrive Borraccino – conduce questa campagna elettorale con un entusiasmo e un piglio inaspettati. Vuole far rinascere in Italia un partito dell’uguaglianza, affermando: “perché la Sinistra o fa quello o non è”.

Magistrato di lungo corso, è accompagnato dall’aura di una vita spesa a combattere la mafia. E stato giudice a latere nel primo maxiprocesso a Cosa Nostra, tenutosi a Palermo tra il 10 febbraio 1986 ed il 10 dicembre 1987. In tale circostanza ebbe l’occasione di conoscere professionalmente e di collaborare con i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Come è noto, il lungo dibattimento si concluse con l’irrogazione di 19 ergastoli e 2.665 anni di reclusione, con una sentenza scritta personalmente da lui.

Gli si devono molte pubblicazioni. Appare significativa, per gli sviluppi che avrebbe avuto in futuro, quella dal titolo “Liberi tutti. Lettera a un ragazzo che non vuole morire di mafia”, uscita nel 2012.

E’ stato consulente della Commissione parlamentare antimafia e procuratore nazionale antimafia.

Dal 2013 è Presidente del Senato, ruolo che ha ricoperto con saggezza ed equilibrio, doti riconosciute anche dagli avversari politici. E’ da quello scranno che ha maturato la necessità che la Sinistra ritrovi quella che lui chiama  “la connessione sentimentale” con il suo popolo.

E’ uscito dal PD, dopo quella che per lui è stata un’offesa grave alle Istituzioni della Repubblica, vale a dire l’approvazione della legge elettorale con ben quattro voti di fiducia, senza alcuna possibilità di discuterne, attraverso un accordo trasversale fra il PD appunto, Forza Italia e Lega.

Pietro Grasso è un leader inclusivo, non ama l’idea del’”uomo solo al comando”. Disposto ad ascoltare tutti, non rinuncia alla responsabilità di decidere. In questo è simile ai due grandi vecchi della sinistra anglosassone, Jeremy Corbyn e Bernie Sanders.

Non è un mistero che il nome della lista che fa capo a lui – LIBERI E UGUALI – è una sua precisa idea, oltre che un preciso obiettivo programmatico. Personalmente, e sono certo di interpretare tutto il popolo della Sinistra,  sono lieto e orgoglioso di accogliere a Taranto una persona come lui, che tanto può contribuire alla crescita della  nuova Sinistra”.

Comments are closed.