MARINELLI VINCE IL PREMIO “SEBASTIANO ROMEO” (2 VIDEO)

La borsa di studio è stata bandita dall’associazione di public history «Fucina 900»

773

Una serata splendida. Nel ricordo di un grande uomo della vita sociale e delle istituzioni. Si è svolta nei saloni di Palazzo Pantaleo la cermonia di assegnazione del premio di ricerca «Sebastiano Romeo». La borsa di studio è stata bandita dall’associazione di public history «Fucina 900» con la collaborazione della famiglia Romeo.

L’evento ha celebrato il ricordo di Sebastiano Romeo, stimato medico ed ex assessore all’Ambiente e Sanità e allo Sport del Comune di Taranto, scomparso nel luglio 2015. La manifestazione è stata condotta dai fondatori di «Fucina 900» Stefania Castellana e Salvatore Romeo, figlio dell’assessore scomparso. Ha partecipato anche Mario Pennuzzi, amico personale di Romeo, in passato assessore comunale ai Servizi Sociali e protagonista della vita politica cittadina. Abbiamo intervistato Salvatore Romeo.

La prima edizione del premio ha esaminato elaborati di ricerca sul tema “Arte, cultura e società a Taranto in età contemporanea”. I contributi sono stati esaminati da una commissione scientifica composta da Christian Caliandro, docente di Storia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Foggia e critico d’arte; Vezio De Lucia, urbanista; Giulio Fenicia, professore ordinario di Storia Economica presso l’Università degli Studi di Bari; Silvio Labbate, ricercatore in Storia contemporanea all’Università del Salento; Rosaria Leonardi, ricercatrice presso l’Istituto Pugliese per la Storia dell’Antifascismo e dell’Italia Contemporanea.

Il premio è stato vinto da Gianluca Marinelli, storico dell’arte tarantino, per l’opera di ricerca svolta con il libro «Taranto fa l’amore a senso unico. Esperienze artistiche al tempo dell’Italsider, 1960-1975», in cui l’autore ha approfondito il ruolo svolto dai più noti operatori culturali e artisti degli anni 60 e 70 nell’analisi delle trasformazioni sociali e culturali seguite all’insediamento del centro siderurgico. Lo abbiamo intervistato.


Marienlli ha ricevuto un assegno di mille euro e una targa dalle mani di Lucia Caterino, consorte del compianto assessore: e già si pensa alla prossima edizione.

Comments are closed.