QUESTURA BRINDISI: LIONETTI SOSTITUISCE GARGANO

L'ATTUALE QUESTORE AL COMANDO DELLA QUESTURA DI MESSINA

212

Novità al comando della Questura di Brindisi. L’attuale questore Annino Gargano lascia il proprio incarico per assumere la reggenza della Questura di Messina e diverrà successivamente Dirigente Generale.

Gargano, 59 anni, originario di Amalfi, era giunto nella città adriatica nell’aprile 2022. In servizio dal 1990, Gargano ha frequentato il corso quadriennale di formazione per commissari presso l’Istituto superiore di polizia di Roma. Dopo aver ricoperto gli incarichi di vice dirigente della Squadra Mobile e di dirigente delle Volanti della Questura di Parma, ha diretto la Squadra Anticrimine del Commissariato di Viareggio – Versilia” nonché la Squadra Mobile della Questura di Lucca. Dopo l’esperienza alla direzione della Squadra Mobile e della Divisione Immigrazione della questura di Lecce, da primo dirigente è stato a capo, per tre anni, della Squadra Mobile di Genova per poi rientrare in Puglia a guidare la Squadra Mobile di Bari. Nel 2018 nominato Dirigente Superiore, ha svolto servizio a Roma presso l’Ufficio Centrale Ispettivo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, ricoprendo anche l’incarico di direttore del Servizio ispettivo e di controllo. Dal 16 maggio 2019 al 30 settembre 2020 è stato questore di Vibo Valentia. Dall’1 ottobre 2020 fino al 19 aprile 2022 è stato questore di Chieti, prima di giungere a Brindisi.

Nel corso dell’anno e dieci mesi trascorsi nel capoluogo adriatico Gargano ha guidato la Questura con mano ferma ed empatia umana, portando a termine molte importanti operazioni, raggiungendo eccellenti risultati contro la criminalità organizzata di stampo mafioso. Ha avviato, inoltre, la macchina organizzativa sul fronte sicurezza in vista del G7 che ci sarà a Fasano idal 13 al 15 giugno 2024.

Al suo posto al vertice della Questura brindisina si insedierà Giampiero Lionetti, promosso Dirigente Superiore nell’ottobre 2023 dopo essere stato a lungo a capo della Digos di Roma.

 

Comments are closed.