ORCHESTRA GIOVANILE DELLA PROVINCIA DI TARANTO AL DEBUTTO

Esibizione in programma giovedì 3 maggio alle 20 al Tarentum

808

Giovedì 3 maggio alle ore 20.00 al teatro Tarentum, l’Orchestra Giovanile della Provincia di Taranto si esibirà nel suo primo concerto pubblico che è stato intitolato “Aspettando la Settimana Nazionale della Musica” perché è stato pensato come concerto-anteprima della manifestazione e della XXIX Rassegna Nazionale della Musica a Scuola che quest’anno si svolgerà a Taranto gemellata con la Settimana cataldiana della scuola.

L’Orchestra Giovanile della Provincia di Taranto è il primo frutto della rete “Jonio in Musica” costituita nell’anno scolastico 2016/17 tra tredici delle quindici scuole medie a indirizzo musicale della provincia ed è un’esperienza quasi unica nel suo genere a livello nazionale. La rete è stata voluta con caparbietà ed è coordinata dalla professoressa Loredana Chiore, referente per l’Ufficio Scolastico Provinciale dell’Ufficio per la valorizzazione della cultura artistica e musicale ed ha come referente provinciale di tutte le scuole partecipanti il professor Duilio Bellone De Grecis, della scuola “A. Volta” di Taranto.

Quest’ultima scuola è stata individuata come capofila della rete per la sua centralità geografica, per la presenza nell’edificio scolastico di un’aula magna adeguata ad accogliere tutti i giovani orchestrali e per essere, insieme all’Istituto Comprensivo “A. Manzoni” di Massafra la più “antica” ad indirizzo musicale del territorio (l’istituzione del corso musicale sperimentale risale infatti al 1985).

La rete ha individuato il professor Giuseppe Fornaro, dell’Istituto Comprensivo “P. Giannone”” di Pulsano come direttore dell’orchestra e cinque maestri concertatori per le diverse sezioni strumentali: il professor Giuseppe Simonetti (I. C. “N. Andria” di Massafra) per gli archi, il professor Angelo Brancone (Liceo Musicale “Archita”) per i legni, il professor Rodolfo Lomartire (I. C.   “Giovanni XXIII” di Sava) per gli ottoni, la professoressa Betty Fasano (Scuola Media “A. Volta”) per le percussioni, il professor Vincenzo Zecca (Scuola Media “A. Volta”) per le chitarre.

La complessità organizzativa di simili realtà di rete che coinvolgono tante istituzioni scolastiche non va sottovalutata ed è il motivo per cui il primo evento pubblico dell’Orchestra Giovanile arriva a due anni dalla costituzione della rete stessa, ma, ne siamo sicuri, sarà solo il primo di una lunga serie di eventi.

L’orchestra è formata da 97 giovani talenti anche se il suo organico medio è di 80 ragazzi poiché i pianisti non possono, ovviamente, suonare tutti insieme. I ragazzi sono stati individuati tra gli allievi di tutti i docenti della rete e saranno diretti, come già accennato, dal professor Giuseppe Fornaro che ha anche curato tutti gli arrangiamenti.

 I brani in programma sono molto vari: l’orchestra comincerà con il nostro inno nazionale, Fratelli d’Italia, musicato dal patriota risorgimentale Michele Novaro, quindi eseguirà l’inno europeo, ovvero lOde alla Goia dal quarto movimento della IX Sinfonia di Beethoven. Seguiranno la celeberrima Sinfonia n. 40 di Mozart, il valzer dalla Jazz suite n. 2, uno dei brani più noti del compositore russo del Novecento Dimitri Shostakovich, quindi un doveroso omaggio alla tradizione pugliese con un arrangiamento originale di una pizzica di autore anonimo e, infine, il vivacissimo e coinvolgente Que rico el mambo di Perez Pado.

L’orchestra si è pure dotata di un logo – realizzato dal professor Andrea Martina-  che unisce in un unico segno grafico lo scorpione, simbolo della provincia di Taranto, e la cetra, emblema della musica, nei colori rosso e blu del vessillo della stessa provincia.

 L’Orchestra Giovanile della Provincia di Taranto si esibirà ancora il 4 maggio al teatro Monticello di Grottaglie in occasione delle celebrazioni per i 30 anni dell’indirizzo musicale dell’Istituto Comprensivo “Pignatelli” di Grottaglie.

Comments are closed.