L’ASL RINGRAZIA LA NATO PER IL SUPPORTO IN PERIODO COVID

STAMATTINA L'INCONTRO CON IL COMANDANTE LEPORE

438

Stamattina la direzione strategica Asl Taranto ha incontrato il comandante Renato Lepore del Southern Operational Centre (SOC) NATO per un momento di condivisione e ringraziamento per il supporto e la collaborazione offerti della NATO Support and Procurement Agency (NSPA) all’azienda sanitaria durante il periodo dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid19 e durante la campagna vaccinale.

“Con grande riconoscenza incontro oggi il comandate Lepore – ha affermato il direttore generale Gregorio Colacicco – per il supporto logistico che la NATO ci ha fornito durante la pandemia. La loro disponibilità, unita alla grande professionalità e rapidità di esecuzione, ci ha permesso di avere delle soluzioni immediate all’emergenza. Il nostro interesse primario è e resta sempre la cura delle persone e la collaborazione tra istituzioni, con la NATO in particolare, ma anche con le altre forze armate e con la Protezione Civile, ci ha permesso di avere soluzioni efficaci per affrontare l’emergenza.”

Il Southern Operational Centre NATO di Taranto ha, infatti, supportato l’azienda sanitaria e, quindi, i cittadini grazie a numerose attività. Nel marzo 2021, grazie alle stampanti 3D, i tecnici NATO hanno realizzato i pezzi necessari per trasformare le maschere da snorkeling in maschere di ventilazione di emergenza, utilizzate poi nel reparto di Pneumologia; è seguita la donazione di visiere per il personale sanitario impegnato presso l’hub Covid “San Giuseppe Moscati”. Ma la NATO, forte della propria esperienza, delle professionalità e delle dotazioni del comando, ha offerto anche uno straordinario supporto logistico: sono state infatti fornite tende e container per la realizzazione del “drive through” di Palagiano, per l’Ospedale Moscati e per gli hub vaccinali alla scuola Renato Moro e all’Arsenale MM. Ma il fiore all’occhiello di questa collaborazione è stato l’hub vaccinale realizzato presso la SVAM: tende e circa settanta container per la realizzazione di un intero ospedale da campo vero e proprio con tensostrutture annesse, progettato in base alle esigenze proprie di un centro vaccinale, realizzato rapidamente e tenuto a regime per quasi un anno, da marzo 2021 a febbraio 2022, ha permesso la somministrazione di circa 90mila vaccini.

“Nella base NATO di Taranto conserviamo e manteniamo in efficienza assetti, soprattutto logistici, della NATO e siamo pronti a intervenire rapidamente in caso di emergenza. Per quel che riguarda l’emergenza Covid, siamo stati impegnati su vari fronti, non solo in Puglia ma anche all’estero – ha dichiarato il generale Renato Lepore – e anche stavolta ci siamo prodigati al massimo delle nostre risorse. Tutto è stato possibile grazie al lavoro incessante degli uomini e delle donne del comando che hanno lavorato senza risparmiarsi per fornire alla città quanto necessario, per dare il proprio contributo a favore dei sanitari impegnati in prima fila e per la popolazione.”

Comments are closed.