TRAGEDIA ALL’ILVA, MUORE UN OPERAIO DI 28 ANNI (AGGIORNAMENTO)

L'episodio si è verificato al quarto sporgente. La vittima si chiamava Angelo Fuggiano: la nota ufficiale dell'Ilva

5.429

Tragedia all’Ilva di Taranto. Stamattina è morto un operaio di 28 anni, Angelo Fuggiano , in forza ad una ditta dell’appalto a seguito di un gravissimo incidente sul lavoro. Secondo le prime ricostruzioni, il lavoratore della ditta Ferplast stava effettuando le operazioni di cambio fune durante la manutenzione di una gru al quarto sporgente. La fune si sarebbe staccata dall’alloggiamento del carroponte colpendo l’uomo alla schiena.

“Un lavoro in cui si perde la vita è una vergogna nazionale” ha scritto su Twitter il segretario nazionale della Fim Cisl Marco Bentivogli.

Questa la nota ufficiale dell’Ilva:

Questa mattina, durante le attività di manutenzione nella sala argani della gru DM6 al IV sporgente, si è verificato un incidente che ha coinvolto Angelo Fuggiano, 28 anni, dipendente della ditta appaltatrice Ferplast, il quale è deceduto a seguito di un impatto con una fune. L’area è attualmente non operativa e occupata solamente dalla ditta esterna che ha in corso la manutenzione dell’area stessa.

La gru DM6 era ferma da due giorni per attività di manutenzione.

Sul posto sono interventi immediatamente i Vigili del Fuoco, il personale sanitario interno e i medici del 118 per cercare di rianimare il dipendente subito accasciatosi dopo l’accaduto.

Sono in corso da parte dell’azienda tutte le indagini per poter risalire alle cause dell’evento.

L’azienda esprime profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Angelo Fuggiano e a tutti i suoi cari.

 

Comments are closed.