“ALTO IMPATTO”, OPERAZIONE CONGIUNTA INTERFORZE

CONVENUTA CON IL PREFETTO PAOLA DESSI'

213

Secondo le direttive impartite dal Ministero dell’Interno ed in relazione alle intese raggiunte in sede di Tavolo Tecnico tenutosi in Questura, le Forze di Polizia della Provincia jonica, coordinate dal Prefetto di Taranto, dr.ssa Paola Dessì, hanno predisposto servizi straordinari di controllo del territorio, finalizzati ad innalzare il livello di sicurezza percepita dai cittadini del capoluogo e dell’hinterland jonico.

Finalità dei servizi è la necessità di intervenire con azioni sinergiche per fronteggiare e superare quelle condizioni di disagio (abitativo, scolastico, occupazionale) che contribuiscono a favorire la consumazione di reati e la diffusione fenomeni di particolare allarme sociale, quali l’abuso di sostanze stupefacenti, di alcool, la vandalizzazione e l’occupazione di edifici e spazi pubblici.

Al fine quindi di garantire una maggiore visibilità sul territorio, si è convenuto che i servizi ad ampio raggio verranno predisposti in una sola giornata della settimana su tutta la provincia jonica.

I servizi di “alto impatto, che si sono svolti il 21 ed il 26 ottobre, hanno visto quindi la partecipazione di personale della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e delle Polizie Locali dei Comuni coinvolti.

Per il capoluogo, le zone interessate sono state Città Vecchia, Tamburi e Paolo VI, ove si è registrato un aumento di atti vandalici soprattutto nelle ore serali e notturne verosimilmente legati a gruppi di giovani.

I Comuni della Provincia coinvolti sono Martina Franca, Manduria, Grottaglie, Maruggio, Monteparano, Carosino, Laterza, Castellaneta, Statte, San Marzano di San Giuseppe, San Giorgio e Massafra.

Complessivamente, sono 69 i posti di controllo effettuati, 1184 le persone identificate e 519 i veicoli ispezionati, di cui 8 sono stati sequestrati, 69 le contravvenzioni elevate per violazione delle norme del Codice della Strada ed infine 9 i documenti ritirati.

I controlli sono stati estesi anche a diversi esercizi pubblici, in totale 83 sono le attività commerciali controllate.

A seguito dell’attività di controllo un soggetto è stato arrestato dall’Arma dei Carabinieri, mentre altre 13 persone sono state denunciate. Infine, 4 giovani sono stati segnalati all’Autorità competente per possesso, per uso personale, di sostanza stupefacente per un totale di circa 80 grammi di cannabinoidi sequestrati, 4 grammi di cocaina e ulteriori 120 grammi di sostanza stupefacente di vario tipo.

Comments are closed.