UN CUORE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Significativa la manifestazione organizzata dalla Commissione Pari Opportunità del Comune di San Giorgio Jonico

1.264
di LAURA MILANO

Le condizioni meteo del 25 Novembre non hanno scoraggiato la Commissione per le pari opportunità del comune di San Giorgio Ionico che ha  rinviato a sabato 1° dicembre l’appuntamento con la cittadinanza e tutti coloro che hanno voluto  unirsi nel  celebrare la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Anche questa volta, alle nuvole minacciose della mattina è seguita la pioggia pomeridiana che ha reso più difficile ma non ha impedito alla commissione di far sentire la sua presenza, a testimonianza di un supporto che c’è e che  può giungere là dove ce ne sia bisogno.

Tra le commissioni  permanenti  del comune di San Giorgio Jonico, quella per le pari opportunità svolge un compito particolarmente importante e delicato, dovendo sensibilizzare la  comunità su un problema… una vera piaga che continua inesorabilmente a mietere le sue vittime. Per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne, la commissione è scesa in piazza, lasciando l’aula consiliare affinché ci fosse posto davvero per  tutti, perché è giusto ed opportuno che  proprio tutti vedano, sappiano, riflettano e non dimentichino…

Piazza San Giorgio ha ospitato una installazione temporanea a memoria delle vittime di violenza. Sagome raffiguranti un cuore, il cuore che in ogni donna ama,  ascolta, gioisce , soffre, sopporta. Nel cuore di queste sagome mute, prive di vita, il pensiero di Alda Merini, Madre Teresa di Calcutta, Shakespeare ed altri , ma anche il pensiero di donne comuni per ricordare quanta  violenza fisica e psicologica, quante rinunce e coercizioni, quanti abusi e maltrattamenti vengono subiti.  Sagome di cartone  raffiguranti  un cuore che in silenzio ha sopportato l’abbandono, la solitudine, il sopruso. Ed è proprio sul silenzio che questa volta la commissione si è soffermata, sul silenzio delle donne che dovrebbero denunciare ma non lo fanno, e sul silenzio di chi non ce l ha fatta, di tutte coloro che non possono più reagire perché non hanno capito in tempo di doverlo fare.

Lo sguardo dei passanti si è soffermato sulle sagome,  ha letto un pensiero prima di una riflessione triste, amara: qualcuno ha rammentato i fatti di cronaca accaduti in passato, altri hanno mostrato di   fare persino  fatica a credere che ancora oggi, si debba combattere contro tutto questo. Questa è stata piazza San Giorgio, sabato 1° dicembre, nella giornata che la commissione ha dedicato a tutte le donne vittime di violenza, a tutte coloro che hanno preferito il silenzio commettendo un errore,  ed a tutte coloro che si spera… trovino finalmente il coraggio di parlare.

Comments are closed.