TROVATO MORTO IL BIMBO DI 3 ANNI SCOMPARSO TRA METAPONTO E GINOSA MARINA

Si era allontanato da casa. Ritardi nei soccorsi? La denuncia dei Cinofili Endas

4.972

È stato ritrovato il cadavere del bambino di tre anni di cui si erano perse le tracce ieri a Metaponto di Bernalda (Matera), al confine con Marina di Ginosa (contrada “Marinella”). Il cadavere è stato trovato nei pressi della foce del fiume Bradano, a circa 300 metri dall’abitazione (anche se un volontario dei cinofili Endas parla di 70 metri)..

Il bambino stava giocando in casa: si sarebbe allontanato in un attimo di distrazione dei genitori, che sono imprenditori agricoli.

Il cadavere del bambino di tre anni è stato ritrovato dai Carabinieri del Centro cinofili di Firenze, grazie all’utilizzo dei cani “molecolari”, in un canneto che costeggia il letto del fiume Bradano, a Metaponto di Bernalda (Matera).

A segnalare la scomparsa erano stati i genitori, un coppia napoletana di imprenditori agricoli. Le ricerche avviate nel pomeriggio di ieri erano risultate vane.  Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, Polizia di Stato, sanitari del 118, Volontari della Protezione Civile, elicottero, sommozzatori, droni, operatori fluviali e il nucleo cinofili dei Vigili del Fuoco. Ma Diego purtroppo era già scivolato nel fiume e questa mattina – 28 marzo 2020 – il suo corpo è stato ritrovato grazie al lavoro dei cani molecolari di Firenze dei Carabinieri. Sul luogo del ritrovamento è arrivato il medico legale.

Sgomento per la tragedia nelle comunità pugliesi e lucane.

“Abbiamo sperato per tutta la giornata di ieri e per tutta la notte, ma la tragedia con la quale dobbiamo fare i conti questa mattina ci coglie impreparati perché proprio non riusciamo ad accettare l’idea che una giovane vita possa finire a causa di un destino crudele”.

Così il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, commenta il ritrovamento del corpo senza vita del piccolo Diego, il bambino di tre anni figlio di due imprenditori agricoli, scomparso ieri nella contrada Marinella di Metaponto, in provincia di Matera.

LUTTO CITTADINO – “Ai genitori e ai familiari formulo le più sentite e partecipate condoglianze, anche a nome della Giunta regionale e dei lucani. Il ringraziamento della nostra comunità – conclude Bardi – va ai Vigili del fuoco, ai Carabinieri, alla Polizia e ai volontari che hanno profuso il massimo sforzo nelle attività di ricerca”.

Intanto due giorni di lutto cittadino, oggi e domani, sono stati proclamati a Bernalda (Matera) dal sindaco Domenico Tataranno in segno di cordoglio per la morte del bambino di tre anni.

LA DENUNCIA DEI CINOFILI – Sul caso è intervenuto Arcangelo Caressa, direttore Tecnico Nazionale settore Cinofilia dell’Endas. Qui di seguito ecco il video da lui postato sul suo profilo Facebook

Un dolore immenso per Diego..

Pubblicato da Arcangelo Caressa su Sabato 28 marzo 2020

Comments are closed.