TARANTO SUGLI SCUDI: KO IL FOGGIA. SCONFITTE PER MONOPOLI E VIRTUS

E domani il match per la salvezza tra Brindisi e Potenza

218

Un Taranto in gran spolvero espugna lo “Zaccheria” e si aggiudica per 2-1 il derby con il Foggia, consolidando posizioni in alta classifica. Esordio amaro per mister Coletti, che ai microfoni di Antenna Sud (che ha registrato record di ascolti per la diretta in chiaro sul canale 14) ammette la superiorità del Taranto e, quanto alla sua squadra, dice che “occorre lavorare per concretizzare al meglio le occasioni”.

Una doppietta di Kanoute (4’ e 29’), dunque,  ha  consentito al Taranto di espugnare lo Zaccheria, dove Capuano vince per la prima volta nella sua carriera. È successo tutto nel primo tempo: alla doppietta del numero 77’ rossoblu ha risposto Tonin (36’), ma non è bastato. Nella ripresa il Foggia ha spinto con maggiore convinzione, però non è riuscito a trovare la zampata vincente. Il Taranto sale a quota 36 in classifica, il Foggia (al secondo ko casalingo stagionale) resta a 25.

Sabato amaro per il Monopoli, che ha dovuto subire quasi in finale di gara il ko ad opera della Casertana. La squadra, affidata a mister Taurino, aveva reagito al gol del vantaggio dei campani (Casoli) con la rete di Cristallo, poi all’83’ è arrivato il vantaggio degli ospiti con Curcio.

Sabato amarissimo per la Virtus Francavilla, sconfitta per 3-0 a Picerno da una delle formazioni più in salute del campionato di serie C, girone C.

LA CRONACA

Il Picerno strapazza la Virtus Francavilla e si aggiudica il derby apulo-lucano della prima giornata di ritorno. Mister Occhiuzzi getta subito in mischia due nuovi arrivati schierando Gasbarro in difesa ed Ingrosso sulla fascia sinistra. Mister Longo preferisce l’ex Maiorino a Santarcangelo come sotto punta, ed in porta il più giovane Summa. I lucani passano in vantaggio già dopo 7 minuti, proprio con Maiorino, che di testa insacca alle spalle di Forte su traversone di Ceccarelli. Al 18’ risponde la Virtus con Artistico, che a sua volta di testa impegna Summa. Al 21’ i padroni di casa sfiorano il raddoppio con Murano, che sfrutta un errore di Gasbarro ma a tu per tu si lascia ipnotizzare da Forte. Al 24’ Biondi ci prova dalla distanza e Summa toglie la sfera dall’incrocio concedendo un corner. Proprio sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina al 38’ Monteagudo, pescato da Di Marco, spara alto di poco. In pieno recupero Polidori ciabatta con il mancino e non preoccupa l’estremo difensore avversario. Si va negli spogliatoi con il minimo scarto in favore della Leonessa. Ad inizio ripresa la Virtus prova subito a rendersi pericolosa con Ingrosso che calcia al volo con il mancino ma senza trovare lo specchio. Al 52’ Ceccarelli calcia con il sinistro ma trova i guantoni di Forte. Cinque minuti più tardi Polidori pescato da Ingrosso di testa non impensierisce Summa. Sul capovolgimento di fronte Pagliai calcia trovando la respinta di Forte, poi la conclusione di Esposito sbatte sulla traversa. Il gol è nell’aria e arriva al 59’: Murano innescato da Gallo va a tu per tu con Forte e non sbaglia, siglando il raddoppio. Al 61’ Carella tenta l’incursione in area ma in scivolata Gilli salva tutto. La gara termina quando al minuto 81 una incomprensione fra Monteagudo e Forte permette ad Esposito di segnare il gol più facile della sua vita, chiudendo la contesa sul 3-0. Torna a vincere dopo tre turni il Picerno, terzo ko consecutivo per la Virtus Francavilla.atch perso per 3-0 in casa del Picerno, Al termine della gara l’allenatore della Virtus Francavilla Roberto Occhiuzzi

ha parlato così ai  microfoni di Antenna Sud: “Nel primo tempo abbiamo fatto bene, al netto del gol, creando diverse occasioni che non siamo però riusciti a sfruttare. Nel secondo tempo, per quanto non mi piacciano gli alibi, va detto che c’era un evidente rigore per noi. Gli errori così come li commettiamo noi li commettono anche gli arbitri e ci può stare, ma è stato davvero sbagliato non fischiare quel contatto. Dopo il 2-0 la squadra si è lasciata prendere dallo sconforto ed è esattamente ciò che non deve accadere se vogliamo rialzarci da questa situazione. Abbiamo delle certezze, ma anche delle cose su cui lavorare. Adesso voglio lavorare sull’aspetto mentale di questi ragazzi, già da domani. Accardi? Lo valuteremo nelle prossime ore, temo ne avrà per un po’. Dispiace per i tifosi che giustamente pretendevano qualcosa in più, ma io non sono affatto sfiduciato”.

Domani, domenica 7-1-2024, la gara fra il Brindisi di mister Roselli e il Potenza. Quasi uno spareggio-salvezza.

Comments are closed.