TARANTO CAPITALE GIOCHI DEL MEDITERRANEO, LAMANNA (ATT): “INIZIATIVA LODEVOLE MA NON FATTIBILE”

“Siamo già in ritardo per la preparazione: a Pescara ci vollero ben 8 anni di lavori”

798

Giochi del Mediterraneo 2025 Taranto si candida.  “Lodevole iniziativa del sindaco Melucci, ma siamo già in ritardo per la preparazione”, così Irene Lamanna presidente dell’associazione Taranto Turismo commenta l’ultimo annuncio del primo cittadino di Taranto.
I Giochi del Mediterraneo sono una manifestazione sportiva multidisciplinare organizzata sulla falsariga dei Giochi olimpici cui partecipano le nazioni che si affacciano sul mare Mediterraneo (ad esclusione di Israele e Palestina), più alcune nazioni dell’area mediterranea prive di accesso diretto al mare quali San Marino, Andorra, Repubblica di Macedonia e Serbia. “Vista l’importanza della manifestazione e la grande utenza che abbraccia, ritengo che sette anni di preparativi siano un po’ pochini alla luce di quanto dichiarato anche dal comune di Pescara che nel 2009 ospitò quell’edizione – spiega Lamanna -. Allora ci vollero Ben otto anni di preparazione con adeguamenti strutturali, organizzazioni turistiche e di accoglienza. Otto anni per rendersi pronti a tutto ciò che una manifestazione come questa richiede. Si tratta non solo di un evento sportivo occasione e volàno di sviluppo territoriale, ma una vera vetrina internazionale. È necessario programmare nei minimi dettagli una candidatura di Taranto ad un’iniziativa del genere, in cui è necessario collaborare tutti uniti: comune, Coni, imprenditori del settore ricettivo”. Lamanna sottolinea come forse si è già in ritardo, almeno di un anno, per stabilire i passi necessari per tagliare questo traguardo in modo competente. “Credo che non basti fare dei proclami ma avere già pronta una programmazione di marketing territoriale in cui gli attori sono molteplici – commenta ancora il presidente ATT -. Mi chiedo: il sindaco prima di candidare Taranto ha già pronta la lista dei lavori?”

Comments are closed.