SPETTATORI A TEATRO: #PIU’SHAKESPEAREPERTUTTI ALL’AUDITORIUM TARENTUM

Lo spettacolo con Vito Signorile e Antonio Stornaiolo in scena a Taranto. Su modello del teatro elisabettiano, il grande drammaturgo viene contestualizzato ai giorni nostri, con il coinvolgimento della Cgil

823

Sono passati 400 anni dalla morte di Shakespeare ma crediamo che molti di quei messaggi siano ancora oggi attuali e rispondano alle contingenze del momento. Pertanto abbiamo deciso di raccontare un nuovo modo di essere sindacato, ai tempi d’oggi, usando lo strumento interpretativo del teatro e in particolare dei testi del drammaturgo inglese.

Angela Dragone, segretaria della FLC CGIL, racconta così l’iniziativa che il prossimo 6 aprile vedrà impegnate le segreterie della Federazione Lavoratori della Conoscenza, il sindacato dei pensionati SPI e la Funzione Pubblica CGIL, nell’ambito di una iniziativa che con il teatro proporrà alla platea di iscritti e candidati al rinnovo delle RSU, riflessioni sul senso dell’impegno, dell’amore per la collettività e sulla missione culturale che il sindacato deve essere in grado di interpretare in questi anni.

Una conversazione aperta e leggera tra il pubblico e gli interpreti di #PiùShakespearePerTutti: lo spettacolo teatrale che vedrà sul palco dell’Auditorium Tarentum gli attori Antonio Stornaiolo (il volto della TV della celebra coppia di Toti e Tata) e Vito Signorile.

Nel Re Lear – spiega Angela Dragone – William Shakespeare evoca un’epoca terribile “quella in cui degli idioti” potrebbero governare con dei ciechi. Serve nuova consapevolezza in termini di diritti, doveri, responsabilità, per evitare di essere idioti o ciechi rispetto alle questioni che riguardano la difesa dei diritti individuali e collettivi. Intendiamo pertanto questo momento come una parentesi formativa importante che va oltre i linguaggi convenzionali e parla alla radice delle questioni.

La caratteristica principale dell’azione teatrale portata in scena da Stornaiolo e Signorile, si basa sul coinvolgimento degli spettatori che sin dall’inizio e continuamente vengono incitati ad esprimere giudizi, prendere parte alla storia, rispondere a test sul tema, inviare tweet e sms in diretta su quanto sta accadendo nel luogo di svolgimento dello spettacolo, affrontando anche temi quali la diversità, l’accoglienza e la capacità di condividere luoghi e territori, attraverso la narrazione di abitudini dell’epoca. Dunque un gioco teatrale che prende origine proprio dal teatro elisabettiano, ma poi approda ai tempi di oggi e alla ragione per cui essere un RSU della CGIL e un difensore di quei diritti.

Lo spettacolo teatrale “# Più Shakespeare Per Tutti”, regia di Antonio Stornaiolo e con Antonio Stornaiolo e Vito Signorile, andrà in scena all’Auditorium Tarentum, in via Regina Elena 122 a Taranto, venerdì 6 aprile. Sipario ore 19.30.

Comments are closed.