SETTIMANA DELLA MUSICA, CONVEGNO SU STATO DELL’ARTE E SVILUPPO DELLE SCUOLE

Mercoledì prossimo al Salone della Provincia, i lavori saranno coordinati dal professor Stefano Milda. La rassegna, dedicata a José Antonio Abreu, vuole promuovere la musica tra i giovani, in quei contesti sociali scolastici a rischio di marginalità e devianza

647

Nell’ambito della Settimana Nazionale della Musica, mercoledì 9 maggio alle ore 18.30 nel Salone di rappresentanza del Palazzo del Governo, sede della Provincia di Taranto, si svolgerà il convegno nazionale su “Stato dell’arte e sviluppo delle scuole a indirizzo musicale in Italia”.

Il Convegno sarà aperto dai saluti della dottoressa Anna Cammalleri, Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale Puglia, del dottor Cataldo Rusciano, Dirigente USR, Ufficio VII, Ambito Territoriale di Taranto e del dottor Raffaele Gentile, vicepresidente della Provincia di Taranto, cui seguirà l’intervento introduttivo del professor Luigi Berlinguer, presidente del Comitato Nazionale per l’Apprendimento Pratico della Musica (CNAPM).

Quindi la dottoressa Annalisa Spadolini, coordinatrice del Nucleo tecnico-operativo del CNAPM, relazionerà su “Lo stato dell’arte della normativa musicale in Italia” e il professor Ciro Fiorentino, presidente nazionale della SIEM (Società Italiana di Educazione Musicale) e referente nazionale di Comusica, interverrà su “La verticalità degli studi musicali”. Seguiranno le relazioni del professor Pasquale Castellaneta, Dirigente Scolastico del Liceo statale Archita di Taranto su “I licei musicali in Italia: stato dell’arte e prospettive future” e della dottoressa Vera Corbelli, Commissario Straordinario alle bonifiche di Taranto.

Infine il professor Gianni Nuti, musicista, pedagogista, musicologo, ricercatore e professore aggregato all’Università della Valle d’Aosta, presenterà un contributo intitolato “Alla ricerca di scuole creative” e la professoressa Manuela Litro, referente artistico per la Regione Lazio del Sistema Orchestre e Cori Giovanili in Italia, interverrà su “Abreu e El Sistema. La realtà italiana attraverso i progetti nei territori”. I lavori saranno coordinati dal professor Stefano Milda, Dirigente Scolastico del Liceo De Ruggeri di Massafra.

A José Antonio Abreu, scomparso lo scorso 24 marzo, è dedicata quest’anno la Rassegna nazionale delle Scuole a Indirizzo Musicale. Economista, accademico, Ministro della Cultura, poi presidente della Repubblica del Venezuela, direttore d’orchestra, Abreu nel 1975 ha dato vita a El sistema, un famoso programma di formazione alla pratica musicale che ha cambiato la vita di migliaia di bambini, fornendo educazione musicale gratuita nelle baraccopoli e nei quartieri poveri del suo paese. Abreu è riuscito a convincere tutti i governi venezuelani a sostenere la pratica musicale d’insieme che, nell’arco di 40 anni, è diventata uno strumento di riscatto sociale e di solidarietà per oltre 2 milioni di giovani. Un’esperienza, quella delle orchestre e dei cori infantili e giovanili voluti da Abreu, che trovò uno sponsor d’eccezione nel grandissimo Claudio Abbado e che ha donato alla musica musicisti che suonano nelle orchestre di tutto il mondo e direttori importanti come Gustavo Dudamel e tanti altri.

La nostra Regione e la città di Taranto hanno da diversi anni dato vita a diverse esperienze di orchestre e cori infantili e giovanili improntate a El Sistema e indirizzate soprattutto a contesti sociali e scolastici a rischio di marginalità e devianza, con eccellenti risultati che, grazie al convegno, potranno essere confrontati con altre esperienze analoghe realizzate nel nostro Paese.

Comments are closed.