SANITASERVICE, IL 4 MARZO MANIFESTAZIONE DI USB E FIALS

SI SVOLGERA' SOTTO LA SEDE DELLA ASL

133

Il 4 MARZO A PARTIRE DALLE ORE 10 SINO ALLE ORE 14 USB E FIALS SOTTO LA SEDE DELLA ASL DI TARANTO per tornare a rivendicare per Sanitaservice:

  • Erogazione della PremialitΓ  Covid-19 prevista dalla Regione Puglia
  • Aumento orario per gli operatori Cup ed ex cooperative Eureka e Girasole
  • Assunzione dei 17 idonei della graduatoria ausiliari e pulitori, ancora in attesa e scorrimento della stessa.
  • Uscita 3Β° Bando del S.E.T.118
  • Ritiro e chiusura dei contenziosi per mansioni superiori come giΓ  avvenuto in diversi casi con altro metro di giudizio, consolidata l’esperienza le abilitΓ , le funzioni acquisite. per le figure di gestione, coordinamento, amministrativi, pulitori/ausiliari, 118 e CUP, con conseguente chiusura dei contenziosi che non portano altro a uno sperpero di denaro per le spese legali quando il vero risparmio sarebbe il riconoscimento di un sacrosanto diritto per il lavoro svolto.
  • Aumento del numero dei Capisquadra e scorrimento della graduatoria.
  • Tempo di vestizione
  • Buoni Pasto

Franco Rizzo, Esecutivo Confederale Usb:Β β€œLa manifestazione del 4 marzo prossimo vuole essere un segnale importante da parte del sindacato per stoppare l’avanzata prepotente, che mette in discussione le Sanitaservice; piuttosto queste societΓ  in house vanno strutturate in modo da garantire ai lavoratori i loro diritti e da divenire punto fermo, non piΓΉ bersaglio di esternazioni pretestuose”.

Emiliano Messina, segretario generale Fials Taranto:Β β€œ”Abbiamo deciso di manifestare il 4 marzo in continuitΓ  rispetto a quanto avevamo dichiarato nel sit in tenuto nel mese di novembre, nel quale denunciavamo una serie di criticitΓ  con riferimento alle Sanitaservice a partire dalle 17 assunzioni, nuovamente bloccate dalla Regione, delle unitΓ  che giΓ  erano state sottoposte alle visite mediche, per passare alla necessitΓ  di irrobustire i numeri dell’ausiliariato legato all’ampliamento di una serie di strutture fino al bando concorsuale per il sistema 118. A novembre, abbiamo chiaramente detto che in caso di mancata definizione di una serie di problematiche, avremmo manifestato per i diritti dei lavoratori.
Questa Γ¨ quindi la naturale conseguenza di quel sit in e del protrarsi di questioni irrisolte. Non consentirono a nessuno di mettere le mani sulla Sanitaservice”.

Comments are closed.