QUESTURA DI TARANTO ACCOGLIE LA DISABILITY CARD

PERCORSI AGEVOLATI PER IL DISBRIGO AGEVOLATO DI ALCUNE PRATICHE

167

Da domani, 3 dicembre, in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, la Questura di Taranto darà avvio al Progetto “Disability Card”.

Da sempre la Polizia di Stato ha dimostrato di essere al servizio dei cittadini e, in particolare, ha sempre aderito ad iniziative a sostegno delle categorie più vulnerabili e fragili.

Il progetto consente agli utenti con disabilità di usufruire di un percorso agevolato per il disbrigo di alcuni servizi della Questura di Taranto:

  • Divisione Anticrimine – Istanze di AMMONIMENTO

  • Divisione Polizia Amministrativa e Sociale – UFFICIO ARMI

  • U.P.G.S.P. – UFFICIO DENUNCE

La finalità dell’iniziativa è quella di evitare che i tempi di attesa e la presenza di numeroso pubblico per accedere ai suddetti uffici, siano fonte di ulteriori disagi per gli utenti più fragili.

La possibilità di accedere a tale percorso preferenziale sarà consentita unicamente ai titolari della “Carta Europea della Disabilità” (cd. Disability Card).

La Carta Europea della Disabilità è una tessera rilasciata dall’INPS su domanda dell’interessato ed è valida fino alla permanenza della condizione di disabilità prevista e, comunque, per non più di 10 anni dal rilascio.

Anche in questo caso i poliziotti della Questura di Taranto hanno voluto tendere la mano alle persone affette da disabilità, dimostrando, così, che l’attività della Polizia di Stato non è limitata solo alla repressione dei reati ma anche alla prevenzione ed alla formazione di una coscienza sociale che consenta al disabile di esprimersi pienamente.

Il Progetto si inserisce nell’alveo delle iniziative di più ampio respiro organizzate dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza attraverso la ormai consolidata attività svolta dall’OSCAD – Osservatorio per la Sicurezza contro gli Atti Discriminatori. Si tratta di un organismo presieduto dal vice Direttore Generale della PS – Direttore Centra della Polizia Criminale ed è costituito da rappresentanti della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri e delle articolazioni dipartimentali di volta in volta competenti per materia.

La mission è quella di dare costante impulso all’azione di prevenzione e contrasto dei reati di matrice discriminatoria, accrescendo la consapevolezza degli operatori di polizia sull’importanza di tutelare, nel modo più efficace possibile, i diritti fondamentali dell’individuo, ponendo massima attenzione alle specifiche esigenze di protezione e di sostegno delle vittime particolarmente vulnerabili.

Comments are closed.