“PREMIO MARCO MOTOLESE”, I GIOVANI E LA COSTITUZIONE NELLA 23ESIMA EDIZIONE

Giovedì otto marzo, la consegna della borsa di studio nell'aula magna del liceo Aristosseno

703

Taglia il prestigioso traguardo delle ventitré edizioni il “Premio Marco Motolese”, una borsa di studio assegnata a un alunno della classe del Liceo “Aristosseno” di Taranto che frequentava Marco Motolese, studente prematuramente scomparso nel 1994 a soli 17 anni.

Il premio, istituito nel 1996 dalla famiglia di Marco e a lui dedicato in occasione del suo compleanno, viene consegnato a un allievo che nella vita scolastica, oltre che per l’impegno nello studio, si sia distinto nella pratica di quei valori morali di amicizia e di solidarietà in cui eccelleva il compianto Marco Motolese.

La consegna della XXIII Borsa di Studio “Marco Motolese” ai terrà alle ore 10.00 di giovedì 8 marzo, nell’Aula Magna del Liceo Aristosseno, in viale Virgilio n.15 a Taranto.

Il prestigioso riconoscimento quest’anno sarà consegnato da S. E. il Prefetto di Taranto, il Dottor Donato Giovanni Cafagna, alla presenza di autorità civili, militari e religiose.

I saluti saranno portati dal Dott. Salvatore Marzo, dirigente scolastico del Liceo Aristosseno” e presidente Commissione Giudicatrice, e dal Dottor Massimiliano Motolese, vicepresidente della Commissione Giudicatrice, e dell’Associazione Culturale “Marco Motolese” e Club per l’UNESCO di Taranto. Saranno presenti i genitori di Marco, Edmondo Motolese e Carmen Galluzzo.

Quest’anno tema della manifestazione, che vede la collaborazione del Club per l’UNESCO di Taranto, dell’Associazione Marco Motolese e del liceo Aristosseno, è “I 70 anni della Costituzione Italiana”.

Nell’occasione si cercherà di avvicinare la Costituzione alle nuove generazioni attraverso la lettura e la rielaborazione di alcuni articoli, al fine di comprendere e apprezzare i valori della società odierna, saranno seguiti, inoltre, brani musicali.

Il coordinamento delle attività è affidato, nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, alla dottoressa Ines Donatelli, al prof. Massimo Pulpito, Casse 3M Aristosseno, e alla professoressa Giusy Imperiale.

L’importanza della Costituzione Italiana e dei suoi valori e principi fondamentali la ritroviamo nelle parole di Piero Calamandrei, uno dei padri costituenti, che rivolgendosi ai giovani disse «dietro ogni articolo della Costituzione, o giovani, voi dovete vedere giovani come voi che hanno dato la vita perché la libertà e la giustizia potessero essere scritte su questa Carta».

Comments are closed.