ORDINE AVVOCATI TARANTO, ELEZIONI NEL CAOS

COMMISSIONE ELETTORALE ESCLUDE SETTE CANDIDATI, CIGLIOLA VERSO LA PRESIDENZA

982

Terremoto sulle elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Taranto.

I dati delle urne, calcolati con il voto elettronico e comunicati pochi minuti dopo la chiusura dei seggi nel pomeriggio di sabato 28, avevano visto trionfare la lista Le Voci del Foro guidata dall’avv. Vincenzo Di Maggio, indicato come nuove presidente con 12 seggi sui ventuno totali.

Mancava, però, l’esito della Commissione Elettorale che, in tarda serata, ha profondamente modificato lo scenario. L’organismo, con voto non unanime, ha escluso sette consiglieri eletti (i più votati Di Maggio e Donvito, Orlando, Macrì, De Franco e Thiery), i primi quattro per presunti motivi di incandidabilità (non avrebbero raggiunto il periodo di 4 anni di distanza dalla precedente consiliatura), gli ultimi tre per presunta ineleggibilità per terzo mandato.

Con i nuovi calcoli è cambiata anche la maggioranza, ora ad appannaggio della lista Nuovo Impegno forensa capitanata da Giovanni Cigliola con 10 seggi. In consiglio anche la lista Il rinnovamento continua della capolista Mirella Casiello.

Pertanto, nella prima riunione del nuovo Consiglio, dovrebbe essere eletto alla presidenza l’avv. Cigliola.

Ma l’impressione è che stia cominciando una dura battaglia legale: gli esclusi preannunciano ricorsi al Consiglio Nazionale Forense e non solo e reputano illegittime le decisioni della Commissione.

Un clima davvero infuocato.

Comments are closed.