NAVI DA CROCIERA A TARANTO: QUANDO IL TURISMO VIENE DAL MARE

Prima data di approdo, giovedì 3 maggio. Rivendicando il lavoro svolto a partire dallo scorso anno, l'assessore Tilgher spiega l'importanza e le potenzialità di un mercato che deve decollare

783

Navi da crociera da crociere in arrivo e la macchina dell’accoglienza turistica è già partita.

“Una nuova programmazione di approdi di navi da crociera- spiega l’assessore al marketing territoriale, Valentina Tilgher- interesserà a breve la nostra città. Da maggio ad ottobre tre navi scaleranno il porto di Taranto. Intanto si sta già lavorando per organizzare ampliare la programmazione degli approdi del 2019. Sulla scorta delle precedente esperienza stiamo lavorando  per pianificare ed organizzare  il sistema di accoglienza ed ospitalità del turismo crocieristico, già rodato, per migliorarlo ed affinarlo. Con l’Autorità di Sistema portuale  e la Provincia  abbiamo avviato azioni adeguate per veicolare attraverso questa opportunità turistica la conoscenza del nostro patrimonio culturale ed artistico può essere senz’altro considerato driver  di attrazione turistica”.

Prima data di approdo è giovedì 3 maggio alle ore 9,  per la nave Marella Discovery con  circa 1830 passeggeri a bordo che arriveranno nella nostra città. Sette ore di tempo a disposizione dei turisti per far conoscere almeno “in pillole” le bellezze della città in riva  allo jonio. Si replica il 25 giugno con la New Caledonia Panorama che avrà a bordo circa 50 passeggeri che si tratteranno a Taranto dalle 9 alle 19.  La nave da crociera Saga Sapphire scalerà il porto di Taranto il 31 ottobre e 600 passeggeri arriveranno in città.

“ Il primo test è stato superato con la programmazione dello scorso anno- continua l’esponente della Giunta Melucci-  e lo scalo di Taranto comincia ad essere appetente e ad entrare nelle rotte crocieristiche del Mediterraneo e nell’interesse degli armatori. Questo mercato deve ancora pienamente decollare ma ha molto da offrire alla nostra città che saprà restituire attrattori turistici importanti non solo del nostro patrimonio artistico e culturale ma anche enogastronomico e paesaggistico. In questa fase, però,- conclude l’assessore- è essenziale strutturare un sistema  funzionale  funzionate dell’offerta  turistica che risponda alle attese dei visitatori, alla capacità di esaltare l’unicità di un luogo che diventa destinazione, in cui storia, arte e tradizioni, mare e terra si fondono in modo armonioso.”

Comments are closed.