“MODA MIGRANTE”, AL PALIO CAFE’ SERATA DI SPETTACOLO ED ARTE

Secondo appuntamento della rassegna interculturale itinerante, sabato 19 maggio. Tra le iniziative in programma la presentazione del libro fotografico “Sartorie” di Ida Chiatante

1.199

Dopo il successo del primo appuntamento, che si è tenuto il 5 maggio nella suggestiva cornice settecentesca di Palazzo GALEOTA, all’interno della “Fashion Week”, ritorna “Moda Migrante”, rassegna itinerante e interculturale organizzata da Associazione Salam, Idakia artdirection&disegn, Associazione Il Luogo dei Possibili, La Maison de la Mode/Abiti dal Mondo.

La rassegna continua infatti sabato 19 maggio e si sposterà nella sede del PALIO CAFE’ in Piazza Castello 6, con l’iniziativa “La Sartoria Sociale: cuciamo legami solidali”. L’iniziativa che si inserisce nell’ambito delle tematiche connesse al mondo della Moda, della comunicazione, del mondo sartoriale e a tutto ciò che l’abito può rappresentare nel mondo, ospiterà una parte dei capolavori del grande e pluripremiato fotoreporter iraniano fotografo Manoocher Deghati (vincitore di due World Press Photo) .

Ad intervenire all’incontro sulla “Sartoria sociale”, ospiti d’eccezione:

  • Hélène Blignaut, antropologa, saggista, esperta di moda e comunicazione;

  • il giornalista Giuseppe Cirasino, Sales Manager Apulia Fashion Maker e caporedattore di Stil’é magazine del Il Sole 24 ore;

  • l’avvocato Mariarosaria Piccinni, esperta in diritto e religioni dei Paesi del Mediterraneo.

  • la Presidente dell’Associazione Salam, Simona Fernandez esperta di processi migratori e di cooperazione internazionale.

Dalle 19, verrà presentato il Libro fotografico “Sartorie” di Ida Chiatante, fashion designer e fotografa. Sarà poi dato spazio a “LA MAISON DE LA MODE/Abiti dal Mondo” progetto sartoriale che verrà presentato dalla responsabile del Centro Interculturale Nelson Mandela di Taranto Valentina Di Michele, insieme alla modellista Patrizia Solito e al team di sarti migranti. A seguire gli interventi dei relatori, con reading e intervento artistico estemporaneo “OPERA VIVA TARANTO” di Alessandro Bulgini a cura di Christian Caliandro: risultato del progetto artistico realizzato a Taranto, nato dalle relazioni con la comunità cittadina ed in particolare con la città vecchia. Coordinerà l’incontro la giornalista Antonietta Podda dell’Associazione Salam. A concludere l’evento la performance teatrale “I mangiatori di Filo” a cura di Ida Chiatante ed in collaborazione con l’Associazione Il Luogo dei Possibili, con gli attori Michele Bramo, Vanessa Caponio, Daniela Delle Grottaglie. I partecipanti all’evento saranno accolti dalle Cantine San Giorgio, per un calice di vino. Sponsor dell’evento: Teatro Crest e Ruggiero Grafica.

 

Comments are closed.