MAFIA: SCIOLTO IL CONSIGLIO COMUNALE DI MANDURIA

1.603

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno Marco Minniti, a norma dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali (TUEL), ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di Bompensiere (CL), Caivano (Napoli), Limbadi (VV), Manduria (Taranto) e Platì (Reggio Calabria), in ragione delle riscontrate ingerenze da parte della criminalità organizzata. Il Cdm, si legge nella nota diffusa da Palazzo Chigi, ha anche stabilito di prorogare, per una durata di sei mesi, dello scioglimento dei Consigli comunali di Casavatore (NA) e Crispano (NA), in ragione della necessità di proseguire l’opera di risanamento dagli accertati condizionamenti da parte della criminalità organizzata.

Ora Manduria sarà amministrata da tre commissari di governo che saranno nominati nelle prossime ore. Toccherà a loro gestire l’attività ordinaria e straordinaria sino alle prossime elezioni per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale. Il periodo di commissariamento varia di solito dai 12 mesi sino a 24.

Comments are closed.