LA TARANTINA SERRA ALLA GIORNATA MONDIALE DELLA VISTA

La rappresentante Isde Italia ha parlato delle conseguenze delle fonti inquinanti

101

Si è parlato anche di Taranto il 10 ottobre a Roma nel corso della “Giornata mondiale della vista” organizzata da IAPB, agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità e dedicata quest’anno al tema “inquinamento e salute ambientale”.

L’iniziativa, di altissimo valore medico-scientifico, ha avuto luogo nella sala polifunzionale della presidenza del Consiglio dei ministri. Accanto a illustri rappresentanti dell’oculistica italiana e dell’ Oms, l’organizzazione mondiale della sanità, è stata presente una rappresentante di ISDE Italia (associazione dei medici per l’ambiente), l’oculista tarantina Maria Grazia Serra, impegnata da anni sui temi dell’inquinamento e della salute nel delicato contesto industriale della città bimare.

L’intervento della dottoressa Serra ha riguardato le fonti inquinanti e la prevenzione della salute degli occhi in età pediatrica. “Il canale interattivo visivo – sottolinea – è di fondamentale importanza per lo sviluppo del bambino e risulta indispensabile per i traguardi riabilitativi di molte condizioni critiche nell’infanzia. Molte patologie anche oculistiche come la miopia, sempre più in aumento, possono essere definite patologie a genesi multifattoriale e in cui, accanto alla genetica, l’ambiente gioca un ruolo determinante. La nuova sfida della medicina è inquadrare attraverso l’epigenetica i danni provocati dall’ambiente per garantire una prevenzione primaria a tutela della salute dei bambini”.

Comments are closed.