IL COMITATO NIOBE CHIEDE LA RIAPERTURA DEI CIMITERI

"Naturalmente osservando i necessari controlli"

467

Il Comitato Nazionale Niobe, presentato alla Camera dei Deputati nel 2019, nato dalla rappresentanza di genitori che hanno perso i figli in età prematura, a causa di patologie legate all’inquinamento, chiede che venga effettuata una revisione dei DPCM ministeriali, affinché venga disposta una modifica di regolamentazione riguardo l’accesso ai cimiteri.

Quest’esigenza – scrivono Carla Luccarelli, Francesca Summa e Rosa Buono.-nasce da un bisogno personale al quale non riusciamo a rinunciare e la riteniamo indispensabile. La maggior parte di noi si reca giornalmente in questo luogo, quasi come se si continuasse a mantenere un sottile legame con i propri figli e oggi, con questo decreto, ci viene negata tale consolazione quotidiana. Non accettiamo l’abbandono in cui potrebbero versare le lapidi dei nostri cari, con i fiori rinsecchiti.

Chiediamo la riapertura ma con i dovuti controlli, al fine di garantire il rispetto delle norme previste dagli ultimi decreti per il contenimento della diffusione del “CoVid-19”.

 

Comments are closed.