I “FITTIANI” E FRATELLI D’ITALIA FANNO CADERE IL SINDACO DI PULSANO

Undici firme (7 di maggioranza), commissario per due mesi al Comune

1.486

Lunedì 12 marzo sono state presentate al protocollo del Comune di Pulsano le dimissioni di 11 Consiglieri Comunali, 7 di maggioranza (6 gruppo-Fitto facente capo all’area dell’assessore al Bilancio ed ex sindaco Luigi Laterza, uno di Fratelli d’Italia) e 4 di opposizione, che hanno portato allo scioglimento del Consiglio Comunale di Pulsano.

La “spallata” alla giunta del sindaco Giuseppe Ecclesia, a poco più di due mesi dalla naturale scadenza del mandato amministrativo, ha destato non poche perplessità. Con tutta probabilità ha pesato non poco l’esito del voto alle recenti elezioni politiche, con Forza Italia, partito del sindaco Ecclesia, che è andata ben oltre la media nazionale. Una “proiezione”, in vista delle prossime Comunali, che evidentemente ha destato scompigli cenl centro-destra.

Tra i firmatari vi è anche l’ormai ex Presidente del Consiglio Comunale Francesco Marra, facente parte del gruppo consigliare Fratelli d’Italia, che ha voluto spiegare le motivazioni che lo hanno portato a firmare queste dimissioni.

<<Ho vissuto questa esperienza amministrativa come figura terza, dato il ruolo istituzionale di Presidente del Consiglio Comunale, ma non ho potuto fare a meno di notare la disparità di trattamento che il Sindaco Ecclesia riservava ai suoi amministratori”.

“Mi sono sentitito “estraneo in casa mia”, casa mia – conclude Marra, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, intesa come maggioranza che con tanto entusiasmo avevo partecipato a costruire e mantenere salda sino all’estate scorsa. Venendo a mancare quella collegialità indispensabile per amministrare la collettività si è reso quantomai necessario, per il bene della comunità , porre fine anzitempo a questa esperienza amministrativa>>.

 

La replica e i commenti del sindaco Giuseppe Ecclesia sono per domani – 13 marzo 2018 – alle 18 nella sede di Forza Italia, a Pulsano.

Commissario prefettizio già nominato dal prefetto Giovanni Cafagna: è il vice prefetto Fabio Colapinto. Il tutto dopo il commissariamento, recente, del Comune di Lizzano, dopo la condanna del sindaco Dario Macripò.

Comments are closed.