FESTA GRANDE A GLORIA DI MARIA SS. ADDOLORATA: IL PROGRAMMA

Domani concerto "Cantiamo Maria" a san Domenico Maggiore

1.334

Nel quadro delle iniziative promosse dalla Confraternita dell’Addolorata e dal suo priore Raffaele Vecchi, alla scadenza del mandato, per la prima edizione della “Festa Grande a Gloria di Maria SS.Addolorata”, è stato inserito il concerto “Cantiamo Maria” per soli coro e orchestra, diretto dal maestro Giuseppe Gregucci che si terrà domani mercoledì 12 settembre, alle ore 20,30, nella suggestiva e mistica chiesa di San Domenico Maggiore nella Città Vecchia.

Il coro sarà quello polifonico dell’Associazione Musicale “Tarenti Cantores” ai quali si affiancheranno il tenore Aldo Caputo e le soprano Lorena Zaccaria e Daniela Abbà.

Ma, oltre a questo concerto, nel corso del quale saranno eseguiti brani dedicate alla Beata Vergine Addolorata, in questa settimana ci saranno altre iniziative incentrate sulla solidarietà con un particolare sguardo rivolto al mondo della sofferenza.

Pezzo forte di queste celebrazioni, sarà la grande processione dell’Addolorata che si terrà domenica 16, alle ore 17.30, con il simulacro della Vergine, che sarà portata per gli angusti vicoli della Città Vecchia accompagnata dai confratelli della congrega dell’Addolorata.

Entrando nello specifico delle altre attività promosse dalla Confraternita, da segnalare il convegno “Neoplasie: vite da malato. Le affrontiamo? La speranza del dolore”, che si terrà giovedì 13 alle ore 19.30. Relatori saranno il dott. Salvatore Pisconti (responsabile della struttura complessa di oncologia medica dell’Ospedale Moscati di Taranto), la dott.ssa Maria Giovanna Giovinazzi (medico responsabile gruppo assistenza dell’Ant) e lo scrittore Fabio Salvatore, che presenterà il suo ultimo libro “L’amore è un cerchio più forte della paura”. Moderatrice, la giornalista Gabriella Ressa.
Sabato 15, alle ore 10, al Museo diocesano ci sarà l’inaugurazione della mostra fotografica della tarantina Rosa Colacoci dal titolo “In-visibili concezioni”, che racconterà la particolare visione e concezione di molti reperti protagonisti della confraternita e del pellegrinaggio per le vie della città del Giovedì Santo, del simulacro dell’Addolorata. La mostra chiuderà i battenti il 30 settembre e sarà visitabile nei giorni di giovedì, sabato e domenica dalle ore 9.30 alle 12 e dalle ore 18 alle 21.

Queste manifestazione sono state precedute nella giornata di domenica scorsa dal concerto del “Francesco Greco Ensemble” e dall’annullo filatelico “Festa Grande 2018”, che è stato presentato lunedì 10. Nella stessa serata, c’è stata la consegna del premio di bontà “Cuore di donna”, su un esempio di solidarietà al femminile, a cui ha fatto seguito il conferimento di borse di studio e degli attestati confraternali.
Sabato 15, alle ore 9, durante la Santa Messa solenne presieduta dall’arcivescovo mons. Filippo Santoro, ci saranno le aggregazioni di nuovi confratelli e consorelle.
Alquanto nutrito il programma della giornata di domenica 16. In mattinata, alle ore 9, annuncerà la festa per le vie della Città vecchia e del Borgo il complesso bandistico di Crispiano, diretto dal maestro Francesco Bolognino; alle ore 11, celebrazione eucaristica presieduta dal padre spirituale del sodalizio mons. Marco Morrone; alle ore 17 recita dei Vespri, seguita dalla processione, accompagnata dai complessi bandistici cittadini “Paisiello”, diretto dal maestro Vincenzo Simonetti, e “Santa Cecilia”, diretto dal maestro Giuseppe Gregucci. Al passaggio in via Garibaldi, nei pressi della chiesa di San Giuseppe, tradizionale spettacolo pirotecnico a mare della ditta “Il Pirotecnico” di Taranto, che curerà anche l’accensione di una batteria all’uscita dell’immagine dalla chiesa. Il rientro avverrà sotto le artistiche luminarie allestite dalla ditta Memmola di Francavilla Fontana in piazza Fontana e sul pendio San Domenico.

Comments are closed.