DIALISI TORRICELLA, LA REGIONE DECIDE DI NON DECIDERE

CRITICO MAZZARANO: "ATTO TARDIVO, PROLUNGA TUTTO A TEMPO INDETERMINATO"

109

La Giunta regionale pugliese ha adottato un provvedimento per la vicenda del centro dialisi di Torricella, in provincia di Taranto. Decidendo, sostanzialmente, di non decidere.
Per la situazione relativa agli otto “posti rene” venuti meno ad agosto del 2021 con la chiusura della struttura, si è deciso di procedere ad un bando per affidarne ad un nuovo soggetto la gestione.

“É un atto tardivo che da un lato riconosce il fabbisogno di posti rene, dall’altro rinvia la sua attuazione a tempo indeterminato”.
Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Michele Mazzarano alla luce della delibera approvata nella seduta odierna dalla giunta regionale sulla annosa vicenda della dialisi di Torricella.
“Auspicavo un atto deliberativo che risolvesse rapidamente la vertenza della dialisi di Torricella – ha continuato Mazzarano – ma quello varato oggi dalla giunta mi pare che tendi a procrastinare ulteriormente i tempi, forse dimenticando che quello della dialisi è  un trattamento salvavita.
“I pazienti ed i lavoratori – conclude Mazzarano –  meritano più rispetto. Lo chiede il territorio, i suoi rappresentanti istituzionali, il Comune di Torricella e l’Asl di Taranto”.

“Proprio martedì scorso, afferma il consigliere regionale PD Enzo Di Gregorio, l’assessore Palese da me interpellato sulla questione, aveva anticipato che la decisione sarebbe stata assunta nella prossima riunione di giunta.”

“Così è stato. L’auspicio è ora, conclude Di Gregorio, che i tempi della burocrazia siano rapidissimi per porre fine ai disagi e alle sofferenze dei dializzati costretti a lunghi spostamenti per sottoporsi al trattamento. Allo stesso tempo, la riapertura del centro dialisi di Torricella, consentirà di garantire la continuità occupazionale ai lavoratori più volte sollecitata dai sindacati”.

 

Comments are closed.