D’ABRAMO: “RIMPASTO, IL GATTOPARDO E’ A LEPORANO”

Il commento dell'ex sindaco sulle vicende di Giunta

527

Sul rimpasto nella Giunta di Leprano si registra l’intervento dell’ex sindaco Angelo D’Abramo.

Il Gattopardo è in trasferta a Leporano, perché tutto cambia affinché… nulla cambi!
Il sindaco vara il Damiano bis, infatti, senza nemmeno un accenno di rivoluzione, un colpo di scena. L’unico capolavoro è nominarsi vice di sé stesso!
A guardare bene, però, una punizione ai discoli compagni di maggioranza è stata inflitta: Pavone junior non è più il numero due della giunta, perde il personale (e di conseguenza anche il controllo sulla Polizia Locale), mentre l’altra figli d’arte Di Taranto perde la pesante delega ai Servizi Sociali. Avrebbe fatto prima, Damiano, a lasciarli a mani vuote: sarebbe stato più cavalleresco.
Controllerà tutto direttamente lui, dice Damiano, senza sapere che sarà ancora più dura contrastare coloro che si muoveranno nelle retrovie con ancora maggiore pressione.
In bocca al lupo, quindi, a un sindaco che tra le righe del suo accorato post ammette già di avere un piede fuori dal Municipio. Da lui attendiamo ancora che spieghi alla città perché ha firmato un azzeramento che azzeramento non è: non ci pare di aver letto nulla a riguardo, solo vaghe allusioni.
La delibera di giunta approvata a maggioranza, infatti, non ci pare una ragione sufficiente, seppur grave. Siamo certi che l’iceberg che galleggia sotto la burrasca è ben più grande.
Se ama davvero Leporano, il sindaco Damiano dica chiaramente cosa sta succedendo, dica quali sono le tensioni di palazzo ai cittadini che amministra e non si intesti opere delle quali nemmeno sapeva l’esistenza (parlo di lavori pubblici stradali spuntati magicamente dal cilindro della sua efficace comunicazione), perché se mai riuscirà a realizzarle dovrà ringraziare chi lo ha preceduto nella carica di sindaco, il sottoscritto!

Comments are closed.