“ALTO IMPATTO” A MARTINA CONTRO IL LAVORO NERO

L'OPERAZIONE PREDISPOSTA DAL COMANDO PROVINCIALE DEI CARABINIERI

143

Continuano i servizi di controllo del territorio predisposti dal Comando Provinciale di Taranto, finalizzati al contrasto del lavoro sommerso e alla prevenzione e alla repressione dei reati nell’ambito della sicurezza sui luoghi di lavoro.

I Carabinieri della Compagnia di Martina Franca, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Ispettorato Lavoro del Taranto, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio cd ad “alto impatto”.

Tra le attività svolte, i militari dell’Arma hanno effettuato l’ispezione a due imprese commerciali del centro abitato, controllando 4 lavoratori e denunciando penalmente alla Procura jonica un imprenditore 53enne di Grottaglie per presunte responsabilità in relazione a violazioni al Testo Unico sulle norme relative alla salute, alla sicurezza e alla formazione dei lavoratori, nonché per “lavoro nero”; fatta salva la presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva,

In particolare, ad una impresa è stata contestata l’omessa sorveglianza sanitaria, l’omessa elaborazione del documento di valutazione dei rischi sui luoghi di lavoro, nonché contestata una maxi sanzione per LAVORO NERO.

Nel medesimo contesto, sono state comminate, sanzioni per un importo complessivo di quasi 30.000,00 euro.

Sul territorio, invece, sono stati controllati vari veicoli e numerose persone, e accertate 7 violazioni al Codice della Strada.

Comments are closed.