“FRAMMENTI DI STORIA” A TARANTO FINO AL 17 MARZO (2 VIDEO)

L’Italia attraverso le impronte, le immagini e i sopralluoghi della Polizia scientifica visitabile al MArTa fino a domenica

95

Le immagini dei momenti più drammatici e significativi della storia italiana, viste dall’occhio attento degli analisti della scena del crimine della Polizia di Stato, sono al centro della mostra fotografica itinerante “Frammenti di storia. L’Italia attraverso le impronte, le immagini e i sopralluoghi della Polizia scientifica”.

L’omicidio di Giacomo Matteotti avvenuto nel 1924, il sequestro di Aldo Moro, il mostro di Firenze, le stragi di mafia e quelle dell’eversione nera, fino ad arrivare al conflitto a fuoco che ha portato alla morte del terrorista di Berlino, Anis Amri, sono solo alcuni degli eventi documentati dalle fotografie esclusive esposte nella mostra che sarà in giro per l’Italia fino al 30 settembre.

Tra le dotazioni della Polizia scientifica, viene mostrato all’opera il Forensic Fullback, il veicolo destinato alle scene del crimine più complesse con dotazioni tecnologicamente avanzate, basate sulla rivoluzione digitale.

L’iniziativa, inaugurata a Roma lo scorso aprile, è frutto del lavoro ultracentenario della Polizia scientifica, un’eccellenza del panorama mondiale, da sempre al servizio della sicurezza del cittadino.

La mostra è in corso di svolgimento presso il MArTa, il museo archeologico di Taranto fino al 17 marzo. In occasione della conferenza stampa di presentazione abbiamo intervistato il questore Stanislao Schimera e la direttrice del museo jonico, Eva Degl’Innocenti.

Domenica, in occasione della Giornata dei Musei, tutti i cittadini potranno entrare gratuitamente al MArTa e godere della mostra senza alcun costo.

(Notizie dal sito della Polizia di Stato)

Comments are closed.