TARANTO, CASE A UN EURO: “QUEI CONSIGLIERI HANNO SBAGLIATO UFFICIO”

L'assessore Viggiano: con il bando pubblicato tutto sarà trasparente e utile

552

“Più che la mappatura del patrimonio, ad alcuni consiglieri bisognerebbe dare la mappa della direzione patrimonio. Per reperire le informazioni richieste, alcuni consiglieri di opposizione avrebbero potuto e dovuto rivolgersi al dirigente o alla posizione organizzativa. Infatti, l’ufficio competente non è quello in cui sono entrati, i cui i dipendenti si occupano di autorimesse auto, centro di costo e liquidazioni acqua. Ed è normale che quei dipendenti abbiano risposto che nulla conoscevano della procedura,  non essendo loro i dipendenti competenti. Magari, se vivessero di più le direzioni potrebbero conoscere un po’ meglio le stanze in cui recarsi e se presenziassero o leggessero i verbali delle commissioni prontamente redatti, potrebbero conoscere gli indirizzi politici che soggiacciono a quella procedura ampiamente spiegata in commissione CAT”.

E’ la replica dell’assessore Francesca Viggiano (Patrimonio – Politiche abitative – Parchi e agricoltura urbana – Aree mercatali – Efficienza amministrativa e Servizi demografici – URP – Memoria ed educazione alla legalità)

Francesca Viggiano (da Facebook)

alla nota dei consiglieri comunali .Battista, de Gennaro,Fornaro e Corvace in relazione alla vendita delle case a un euro in città vecchia.

“Come noto”, precisa l’assessore Viggiano, “chiedere dettagli circostanziati relativi ad un bando non ancora pubblicato è quanto meno inopportuno perché viola la par condicio tra i futuri partecipanti.

Le informazioni ed ogni dettaglio del bando saranno resi noti, così come previsto dalla legge, quando il bando sarà pubblicato, e non solo a quei consiglieri che si fanno latori di taluni amici e conoscenti, ma a tutta la cittadinanza”.

Comments are closed.