LA VIRTUS SI BEFFA DA SOLA: DA 3-0 A 3-3. TARANTO: RIGORE SBAGLIATO E POI PARI

Il Bari ipoteca la promozione: 2-1 a Catanzaro. "Colpo" Monopoli. Foggia ok con brividi

453

Il Bari chiude (o quasi) la pratica promozione – ora dieci punti di vantaggio – andando a vincere sul campo della più diretta rivale, il Catanzaro, per 2-1. Si conclude così il big-match di serie C, andato in onda con ascolti record, in diretta, su Antenna Sud 13.

Nelle zone alte della classifica il colpo esterno del Palerno ad Avellino (1-2), la vittoria del Catania a Vibo Valentia (1-2). Vittoria anche del Campobasso  sul Messina (2-0) e della Juve Stabia contro la Turris (3-0)

Nella giornata, la vittoria del Foggia sul Picerno e il pareggio del Taranto (in dieci per buona parte del secondo tempo) a Potenza,con De Gennaro che sbaglia un penalty e poi rimedia. Pari anche dell’andria, ma in casa, contro il Latina, e vittoria esterna del ritrovato Monopoli contro il Monterosi Tuscia.

QUI  FRANCAVILLA FONTANA

Beffa atroce per la Virtus Francavilla, che contro la Paganese raccoglie un solo punto dopo aver dominato per l’intera partita e sprecato l’impossibile. Alla Nuovarredo Arena, dal 3-0 iniziale, la formazione ospite raggiunge il pareggio nel finale.

PRIMO TEMPO. Parte forte la squadra ospite, che trova subito la via della porta con una conclusione di Cretella: Nobile si distende e non si lascia sorprendere. Al 3’ cambia subito il parziale: Pierno corre sulla destra, entra in area e trova al centro Patierno: zampata del numero nove, il pallone supera la linea e la Nuovarredo Arena esplode di gioia. Al 19’ arriva il raddoppio: azione fotocopia a quella del primo gol, con Pierno che sfonda a sinistra e serve a Mastropietro un pallone da spingere soltanto in rete. Al 24’ altro tentativo di marchio biancazzurro: siluro in diagonale di Patierno, che sfiora la rete del 3-0. Tris che arriva al 25’; grande azione al limite dell’area di rigore, triangolo perfetto con Maiorino che riceve palla e scaglia una conclusione forte e tesa, imparabile per Baiocco. Al 31’ Pierno perde palla e dà il via alla ripartenza della Paganese: Cretella riceve palla al limite dell’area, agisce indisturbato e lascia partire un tiro centrale ma forte e sul quale Nobile può davvero poco.

SECONDO TEMPO. La ripresa comincia con un colpo di testa di Patierno dopo due minuti su invito di Mastropietro, con il pallone che termina fuori. Al 50’ gran chiusura di Delvino, che strozza l’urlo in gola a Zanini, il cui tiro a botta sicura viene murato dal difensore mascherato della Virtus. Al 68’ ennesima accelerazione di Pierno, che arriva sulla trequarti e serve Toscano, il quale non trova di un soffio la porta. Al 70’ la Virtus si divora il quarto gol: Patierno si ritrova a tu per tu con Baiocco dopo una dormita generale della retroguardia campana, ma si lascia ipnotizzare dall’estremo difensore della Paganese. Un minuto dopo stesso copione e ancora super Baiocco, che ferma il numero nove della Virtus. Girandola di cambi, calma apparente e un finale di sofferenza: all’improvviso fiammata della Paganese, che trova il 2-3. E al 90’ la beffa: Firenze porta palla e mette un pallone al centro per Tommassini, che fa esplodere di gioia il settore ospiti. Termina con un clamoroso 3-3, occasione persa per la Virtus Francavilla.

QUI TARANTO

Termina 1-1 la sfida odierna tra Potenza e Taranto. Il primo tempo è intenso e non mancano le emozioni. Al 2′ c’è subito un calcio di rigore per il Taranto ma Di Gennaro si presenta dal dischetto e non inquadra la porta. Al 15′ risponde il Potenza e trova il vantaggio: Cargnelutti stacca di testa e sorprende Benassai e Chiorra. Gli ospiti pareggiano i conti al 43′ con una conclusione di Di Gennaro, il quale riceve il pallone da De Maria all’interno dell’area di rigore e batte Greco di sinistro.
Nella ripresa calano i ritmi ma cambia la gara al 67′, quando Labriola si fa espellere per doppia ammonizione e lascia la sua squadra in inferiorità numerica. Calano gli ospiti e aumenta la pressione dei padroni di casa che non riescono comunque a cercare la rete del successo.

TABELLINO POTENZA-TARANTO 1-1
MARCATORI
: 15′ Cargnelutti (P), 43′ Di Gennaro (T).

POTENZA (3-4-1-2): Greco; Gigli (77′ Koblar), Matino (81′ Romero), Cargnelutti; Coccia, Bucolo (80′ Nigro), Sandri, Zampano (62′ Burzio); Costa Ferreira (62′ Zenuni); Salvemini, Cuppone. A disposizione: Marcone, Vecchi, Dikdak, Piana, Sueva, Guaita, Sepe. All.: Arleo.
TARANTO (4-3-3): Chiorra; Riccardi, Zullo, Benassai, De Maria; Di Gennaro, Marsili, Labriola; Versienti (62′ Mastromonaco), Saraniti (30′ Santarpia, 83′ Manneh), Giovinco (84′ Ferrara). A disposizione: Loliva, Antonino, Tomassini, Pacilli, Turi, Cannavaro. All.: Laterza.

ARBITRO: Matteo Gualtieri di Asti. ASSISTENTI: Antonio Severino di Campobasso – Thomas Miniutti di Maniago. QUARTO UFFICIALE: Gerardo Garofalo di Torre del Greco.

AMMONITI: Benassai (T), De Maria (T), Sandri (P), Gigli (P), Di Gennaro (T).

ESPULSI: 67′ Labriola (T) per doppia ammonizione.

RECUPERO: 2′ pt – 5′ st.

QUI FOGGIA

Il Foggia vince, non senza il brivido finale. La squadra di Zeman batte il Picerno 3-2 grazie ad una prestazione fantastica di Ferrante , autore di una doppietta.

A passare in vantaggio sono stati proprio i rossoneri: Curcio serve centralmente Ferrante ma l’italo-argentino con una bordata colpisce la traversa; la palla rimane in gioco e finisce sui piedi di Petermann che tira da lontano, Viscovo non respinge benissimo e Ferrante a porta vuota trova il tap-in vincente. “El Tigre” timbra finalmente il cartellino dopo 547’ all’asciutto.

In apertura di ripresa Petermann prova a mettere la partita in ghiaccio alla sua maniera: il centrocampista prende la mira e con un bolide dalla distanza piega il polso di Viscovo, segnando il gol del 2-0. Neanche dieci minuti più tardi i melandrini però accorciano le distanze: Pitarresi serve l’accorrente Vivacqua, che solo contro Dalmasso non sbaglia. Il Foggia chiude la partita con Ferrante: il centravanti rossonero fa tutto da solo, scappa via di potenza ad un difensore e di sinistro fulmina Viscovo. Ma il Picerno non si arrende mai: al 93’, quando tutto sembra finito, i lucani accorciano le distanze con un colpo di testa di Parigi. Un gol che però rimane inutile ai fini del risultato: il Foggia sale a quota 44 punti e consolida la propria posizione nei playoff.

IL TABELLINO

RETI: 36’ pt Ferrante (F), 9’ st Petermann (F), 17’ st Vivacqua (P), 37’ st Ferrante (F), 90+3’ Parigi (P).

FOGGIA (4-3-3): Dalmasso; Garattoni, Girasole, Buschiazzo, Rizzo (11’ st Nicolao); Gallo (11’ st Garofalo), Petermann (38’ st Maselli), Rocca (11’ st Di Paolantonio); Merola, Ferrante (38’ st st Turchetta), Curcio. A disp.: Alastra, Rizzo Pinna, Vitali. All.: Zeman.

PICERNO (4-4-2): Viscovo; Finizio, Ferrani (23’ st Allegretto), Garcia, Setola; De Cristofaro (30’ st Parigi); Pitarresi, De Ciancio (23’ st Esposito), D’Angelo (36’ st Reginaldo); Vivacqua, Gerardi (22’ st Senesi). A disp.: Albertazzi, Alcides, Dettori, Guerra, De Franco, Viviani, Di Dio. All.: Colucci.

ARBITRO: Calzavara di Varese.

ASSISTENTI: Voytyuk-Laghezza.

IV UFFICIALE: Lascaro.

NOTE: ammonito Parigi (P). Recupero 1’ pt, 5’ st. Angoli 5-4. Tiri in porta 8-3.

QUI BARI

Non riesce il colpaccio, che avrebbe sicuramente potuto cambiare le sorti della classifica e della stagione. Colpaccio che invece riesce ai “galletti” di mister Mignani. Il big match del girone C di Serie C tra Catanzaro e Bari, rispettivamente prima e seconda, termina 1-2. Illude Fazio, la ribaltano Antenucci su rigore a fine primo tempo e D’Errico a inizio ripresa con una perla dal limite. In pochi minuti, tra un tempo e l’altro, si passa dal possibile -4 al definitivo +10. E addio ai sogni di gloria per i giallorossi di Vivarini, che difficilmente potranno ora insidiare la capolista (lanciata verso la promozione) e dovranno piuttosto guardarsi dietro dalle inseguitrici.

RISULTATI 31ª GIORNATA SERIE C GIRONE C

DOMENICA 13 MARZO

ore 14:30

  • Avellino-Palermo 1-2
  • Monterosi Tuscia-Monopoli 0-1
  • Vibonese-Catania 1-2

ore 17:30

  • Campobasso-Messina 2-0
  • Catanzaro-Bari 1-2
  • Fidelis Andria-Latina 1-1
  • Foggia-Picerno 3-2
  • Juve Stabia-Turris 3-0
  • Potenza-Taranto 1-1
  • Virtus Francavilla-Paganese 3-3

CLASSIFICA SERIE C GIRONE C

  1. Bari 65
  2. Catanzaro 55
  3. Virtus Francavilla 54
  4. Avellino 52
  5. Monopoli 52
  6. Palermo 51
  7. Turris 45
  8. Foggia 44 (-2)
  9. Latina 43
  10. Juve Stabia 42
  11. Picerno 40
  12. Catania 39 (-4)
  13. Monterosi Tuscia 37
  14. Taranto 36
  15. Campobasso 36
  16. ACR Messina 32
  17. Paganese 30
  18. Potenza 27
  19. Fidelis Andria 24
  20. Vibonese 19

PROSSIMO TURNO SERIE C GIRONE C (32ª GIORNATA)

MERCOLEDI’ 16 MARZO

ore 14:30

  • Messina-Catanzaro
  • Taranto-Avellino

ore 15:00

  • Palermo-Fidelis Andria

ore 18:00

  • Monopoli-Vibonese

ore 21:00

  • Bari-Juve Stabia
  • Catania-Campobasso
  • Latina-Virtus Francavilla
  • Paganese-Foggia
  • Picerno-Potenza
  • Turris-Monterosi Tuscia

Comments are closed.