LA CULTURA GRECA CI EDUCA ANCOR

A Taranto convegno su "Philía e Xenía, amicizia e accoglienza"

532

La Delegazione di Taranto «Adolfo F. Mele» dell’Associazione Italiana di Cultura Classica, in collaborazione con il Dipartimento jonico dell’Università degli Studi «Aldo Moro» di Bari, ha organizzato un convegno su «Philía e Xenía, amicizia e accoglienza: la cultura greca ci educa ancora»  che si svolgerà venerdì 16 febbraio 2018, alle 9, nell’Aula Magna del Dipartimento jonico dell’Università (via Duomo, 259 – Taranto).  Il Comune di Taranto ha concesso il suo patrocinio e sarà presente ai lavori il dottor Franco Sebastio, assessore alla Cultura.

Introdurrà il tema del convegno, con una relazione su “L’amicizia e lo straniero in Epicuro”, il professor Mario Capasso, docente dell’Università del Salento e Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana di Cultura Classica; seguirà la conferenza della professoressa Arianna Fermani (Università di Macerata) che, analizzando un passo dell’Etica Nicomachea di Aristotele, approfondirà  l’imprescindibilità della philía e della koinonía (comunanza, solidarietà) per una vita buona e felice, secondo l’opinione degli antichi in base alla quale “senza gli amici nessuno sceglierebbe di vivere”; il dottor Mino Ianne (Dipartimento ionico dell’Università di Bari) analizzerà le forme dell’accoglienza nel mondo antico attraverso le figure dello xenos (straniero e ospite); concluderà il professor Riccardo Pagano (Dipartimento jonico dell’Università di Bari) con una disamina delle forme di amicizia e accoglienza dalla classicità alla modernità.

Il tema è quanto mai attuale (uno dei problemi più gravi che deve risolvere il nostro Paese è appunto quello dei migranti) e si propone di far riflettere le nuove generazioni su valori che dal mondo antico ad oggi hanno subito delle trasformazioni, ma non hanno mai smesso di suscitare l’interesse di filosofi e intellettuali: i concetti di amicizia, di accoglienza dello straniero sono infatti già presenti in Omero, Esiodo, Pitagora (considerato l’inventore del termine philía), Socrate, Platone, Aristotele, infine, in Epicuro e negli Stoici, per limitarci alla grecità antica.

All’evento parteciperanno gli studenti di alcuni Licei di Taranto: “Archita”, “Galileo Ferraris-Quinto Ennio”, “Aristosseno”, “Battaglini”, “Vittorino da Feltre”; inoltre il “Moscati” di Grottaglie e il  “De Ruggieri” di Massafra.

 

Comments are closed.