VIRTUS, A CATANIA LA BEFFA ARRIVA NEL RECUPERO

Per un fallo di mano fischiato un rigore ai siciliani (contestati) al 91'

135

La Virtus Francavilla Calcio esce sconfitta dall’incontro con il Catania al Massimino, nella gara valevole per la sedicesima giornata del Campionato Nazionale di Serie C girone C. Gli etnei trovano il gol del vantaggio con Lodi che su calcio di rigore al 46′ del secondo tempo porta in vantaggio i rossoazzurri. Prossimo appuntamento domenica 16 dicembre 2018 al Fanuzzi di Brindisi contro la Paganese.

Qui di seguito la cronaca della gara (fonte catania.meridionews.it)

Il primo tempo si chiude con i fischi assordanti di tutto il Massimino, per una prestazione nettamente insufficiente da parte degli etnei. Nessuna idea a livello offensivo, poca verve atletica, mancanza di precisione nei passaggi: è questo l’indigesto menu che viene servito all’ora di cena al pubblico accorso al vecchio Cibali. Dopo la cocente delusione di Bisceglie si sarebbe attesa ben altro approccio alla gara, ma gli uomini di Sottil partono con il freno a mano tirato. Nel solito 4-2-3-1, il mister rossazzurro schiera Marotta a supporto di Curiale unica punta, con Lodi dirottato in panchina e Vassallo e Barisic esterni alti. La Nord incita inizialmente la squadra, ma il match non decolla.

Il primo tentativo dei rossazzurri arriva al 5′, con una conclusione di Rizzo alle stelle, accompagnata da fischi significativi. Nordi però viene chiamato per la prima volta in causa solamente al 18′, quando è bravo a disinnescare il sinistro in mischia di Vassallo. Il Catania però non è in forma e si vede: si salva il solo Biagianti, che prova a ricucire una squadra statica e scollata, dove manca il movimento senza palla e l’ultimo passaggio verso la porta. Una Virtus ordinata riesce anche a pungere in contropiede, grazie al moto perpetuo dei suoi centrocampisti e agli inserimenti degli esterni nel 3-5-2 preparato da Bruno Trocini. Al 26′ il diagonale di Monaco sfila a pochi centimetri dal palo destro della porta di Pisseri: il pubblico si spazientisce e fischia ad ogni errore. L’unico sussulto è la conclusione radente e a fil di palo di Barisic al 42′, con palla deviata in angolo da Nordi.

Il secondo tempo sembra cominciare in maniera differente, ma è solo un’illusione. Al 1′ cross di Ciancio e sforbiciata di Marotta che sfiora l’incrocio. Tre minuti dopo brividi per il Massimino, con Folorunsho che non impatta da posizione favorevolissima. I rossazzurri tornano a rallentare in fase di costruzione, spazientendo il pubblico anche a causa della palese imprecisione in fase offensiva. Al quarto d’ora il neo entrato Manneh scende sulla sinistra e scarica per Marotta, con palla alta. Quindi anche la sfortuna ci mette lo zampino, quando la gran botta da fuori area di Rizzo si stampa sull’incrocio dei pali. Scocca il 20′ quando Curiale, su rovesciata, impegna Nordi in un grande intervento in angolo.

È il momento migliore del Catania e Sottil ne approfitta, mettendo dentro anche Brodic e Lodi per dare qualità. I rossazzurri tentano di alzare il ritmo, ma lo fanno in maniera imprecisa e confusionaria. Brodic prova a bissare il gioiello realizzato contro il Sassuolo, ma il suo tiro a giro va fuori. Serve un episodio per sbloccare la gara e arriva grazie al rigore procurato da Marotta. Lodi stavolta non sbaglia, permettendo al Catania di vincere 1-0 e portando a casa nel convulso finale (con Partipilo espulso tra gli ospiti) tre punti molto importanti che tengono il Catania in contatto con la parte alta della classifica. Con questa confusione a livello tattico, però, si rischia di non andare da nessuna parte: il Catania deve ritrovare la sua anima, prima di poter ricominciare a parlare di obiettivi stagionali.

Per la Virtus sconfitta immeritata, ma l’ennesima, dopo una settimana alquanto movimentata.

Catania-Virtus Francavilla Calcio 1-0
Reti: 46’st rig. Lodi (CA)

Catania: Pisseri, Ciancio, Aya, Esposito (40’pt Silvestri), Baraye (12’st Scaglia), Rizzo, Biagianti (30’st Lodi), Barisic (30’st Brodic), Marotta, Vassallo (12’st Manneh), Curiale. A disp: Pulidori, Calapai, Lovric, Bucolo, Angiulli, Mujkic. All. Sottil

Virtus Francavilla Calcio: Nordi, Pino, Monaco (30’st Lugo Martinez), Sirri, Albertini, Folorunsho (39’st Cason), Vrdoljak, Pastore, Caporale, Partipilo, Sarao (45’st Sparacello). A disp: Turrin, Tarolli, Tchetchoua, Mastropietro, Vukmanic, Anastasi. All. Trocini

Arbitro: Paride Tremolada di Monza (Marco Ceccon di Lovere-Orazio Luca Donato di Milano)

Note: Ammoniti: Marotta, Biagianti, Rizzo (CA) Vrdoljak, Nordi, Caporale (VF) Espulsi: Partipilo (VF)

Recupero: 2’pt, 4’st

Comments are closed.