XYLELLA, LA STORIA DELL’ALBERO FANTASMA

L'episodio denunciato dal presidente della commissione Bilancio, Amati

80

“C’è un albero infetto da Xylella in agro di Ostuni (Brindisi) che all’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali della Puglia (Arif) risulta estirpato e invece è ancora a dimora. Doveva essere estirpato dal 7 febbraio 2019 e probabilmente è stato fonte di inoculo per un albero vicino con infezione diagnosticata qualche settimana fa. È raccapricciante. Spero che entro e non oltre martedì possa essere abbattuto nella realtà e non sulla carta”. Lo afferma in una nota il presidente della Commissione regionale Bilancio, Fabiano Amati (Pd). “L’albero fantasma, abbattuto sulla carta ma a dimora nella realtà, si trova nel territorio di Ostuni al confine con Fasano”, precisa Amati. “Il problema più grande – sottolinea il consigliere – consiste nel fatto che la mancata estirpazione tempestiva è stata la causa probabile della successiva infezione su un albero della stessa zona, oggetto dei più recenti provvedimenti d’estirpazione”. (ANSA)

Comments are closed.