VIRTUS FRANCAVILLA, KO AD AVELLINO

RIGORE DECISIVO DI MANIERO

548

Ad Avellino mister Colombo riconferma la stessa Virtus Francavilla vista a Teramo. Squadra che vince non si cambia, insomma, con il grande escluso Castorani che – nonostante fosse rientrato dal turno di squalfica – è partito dalla panchina.

Parte subito forte la formazione di casa dopo appena sei minuti, con una conclusione di Tito che termina però a lato. La prima grande occasione del match, però, arriva al 16′, quando Ciancio dalla destra trova Maniero che aggancia bene e si gira calciando in porta, mancandono però incredibilmente lo specchio. Dieci minuti dopo è la Virtus Francavilla ad affacciarsi timidamente dalle parti dei campani: sugli sviluppi di un corner dalla sinistra Ciccone con una sponda serve Vazquez, che però sbatte su Forte commettendo fallo. Tanti errori in fase di impostazione sia da una parte che dall’altra, ma il match arriva ad un punto di svolta al 35′, quando Giannotti in fase di impostazione subisce un fallo e perde palla, riparte l’Avellino con D’Angelo che va via e viene steso in area da Celli: nessun dubbio per il Signor Cavaliere che assegna il calcio di rigore: dal dischetto si presenta Maniero che non sbaglia e spiazza Costa per il gol che vale il vantaggio dei padroni di casa.

Nel secondo tempo è una Virtus Francavilla diversa, più frizzante, anche se la prima occasione della ripresa ce l’ha l’Avellino con Ciancio al 54′, bella la conclusione che però termina a lato. All’ora di gioco ci riprova l’Avellino con un tiro di Maniero ancora una volta sbilenco. La Virtus risponde al 65′: bella l’azione tutta di prima che termina con il tiro di Nunzella che è però troppo docile. La Virtus Francavilla si sbilancia tutta in avanti e l’Avellino prova a colpire in contropiede: all’81esimo contropiede dei padroni di casa che arrivano in area con Maniero che però calcia male sul fondo. In pieno recupero i biancazzurri restano anche in dieci uomini: secondo fallo commesso da Celli che rieve un altro cartellino giallo e finisce sotto la doccia. A nulla servono le offensive degli imperiali: la spunta l’Avellino al Lombardi grazie al gol di Maniero su rigore segnato nel primo tempo.

Comments are closed.