“TEATRO FESTIVAL” A CAROSINO: E’ TUTTO PRONTO

Presentata la rassegna: il sindaco Di Cillo si difende e spegne le polemiche

159
di LAURA MILANO 

“Voglio ringraziare pubblicamente e di cuore Mino Borraccino per la sua grande disponibilità e per le attenzioni che continua a rivolgere alla nostra  comunità”. È così che Onofrio Di Cillo, sindaco di Carosino, apre la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione teatrale della sua cittadina, tenutasi questa mattina nelle sale di Palazzo Feudale D’Ayala Valva.

Accanto all’assessore regionale allo sviluppo economico Cosimo Borraccino, anche il Presidente della Provincia di Taranto Giovanni Gugliotti.  Regione Puglia e Provincia di Taranto infatti, hanno entrambe patrocinato la sesta edizione di Teatro Festival, Premio Nazionale di Teatro Città di Carosino, stagione teatrale 2019/2020.

Ma il sindaco, ha colto anche l’occasione per respingere le polemiche che hanno accompagnato la stessa rassegna teatrale: c’è chi ha criticato la concessione del patrocinio comunale alla rassegna visto che il direttore artistico, Davide Roselli, è anche assessore con delega allo spettacolo, teatro e recupero delle tradizioni.

“ Io sono stato chiaro da subito – ha precisato Onofrio Di Cillo – . È dal mio insediamento che non esito a ribadire che tutte le strutture di proprietà comunale, inclusa quella teatrale, sono di esclusiva proprietà dei cittadini e di quanti desiderino utilizzarle per tutto ciò che possa concorrere alla crescita ed allo sviluppo culturale del territorio.  Mi sembra superfluo  ricordare che a tal fine, non hanno alcuna valenza colori e simboli”. Onofrio Di Cillo rimarca: ”La cultura non ha colore politico, né simboli, né preferenze. Sulla base di questo, credo fosse doveroso offrire il supporto dell’amministrazione comunale ad una rassegna teatrale di così alto livello, indipendentemente dal fatto che a proporla sia stato un membro di questa amministrazione. Chiunque voglia concorrere allo sviluppo culturale di questa città vedrà aperte le porte della casa comunale, e tra questi sarà mia premura offrire una maggiore disponibilità  a quanti non hanno creduto nel mio programma di governo durante la mia campagna elettorale. E’ proprio alla conquista della loro fiducia che  saranno indirizzati i miei sforzi”.

Le dichiarazioni del primo cittadino, sono prontamente confermate proprio da Mino Borraccino :  “Sono stato personalmente spettatore dei lavori portati in scena da Davide Roselli e sono fermamente convinto della qualità e dello spessore della sua rassegna teatrale. A ciò aggiungo che oggi sarebbe opportuno guardare oltre gli steccati politici pur restando fedeli ai propri ideali”.

Giovanni Gugliotti invece, non esita ad esprimere il compiacimento per l’opera sin ora svolta  nella Città del Vino e dice: “Onofrio Di Cillo era la persona giusta al  momento giusto. Ho voluto patrocinare la stagione teatrale di Carosino perché sono fermamente convinto che Davide Roselli sia una persona valida e credo nella bontà del suo prodotto. Ho voluto  testimoniare la vicinanza dell’Ente Provincia a questa amministrazione rivelatasi particolarmente attiva, e farò altrettanto verso tutte quelle squadre di governo che dimostrino di concorrere al progresso culturale del territorio, un progresso di cui la nostra Taranto ha bisogno, considerata la situazione delicata che sta attraversando”.

Dopo il breve intervento di Danilo Trani  vice presidente di Carusteatro, che ha espresso la volontà dell’associazione di tenere vive le tradizioni teatrali di Carosino, è proprio Davide Roselli a presentare la sesta edizione del suo Teatro Festival preannunciando un programma caratterizzato quest’anno dalla comicità.  Compagnie teatrali provenienti da Taranto, Gravina in Puglia, Salerno, Latina, Lecce e Cosenza per 12 serate all’insegna del grande teatro. Da “Natale in casa Cupiello” a “Parenti serpenti”. Eduardo de Filippo, Goldoni, Moliere, per una rassegna che mette tutti d’accordo consentendo al contempo un importante risvolto  economico e turistico, offrendo ad attori provenienti da altre regioni un’immagine diversa di una terra troppo a lungo identificata solo con l’acciaio.

Si parte sabato 16 novembre con la compagnia A. Caracciolo, che porterà in scena “Sali o scendo?” commedia di D. De Santis per la regia di A. Caracciolo. La rassegna si chiude il 23 Maggio con l’ospite d’eccezione che il direttore artistico si è riservato di comunicare successivamente.

L’appuntamento è per tutti a Carosino, sabato 16 novembre presso il teatro comunale di Carosino con ingresso ore 20 e sipario alle ore 21. Costo del biglietto 5€ . Info e prenotazioni al 391. 722. 25. 59 . Di seguito il programma completo degli appuntamenti.

Comments are closed.