TARANTO, QUATERNA IN TRASFERTA ALLA GELBISON

Vanno a segno Favetta, D'Agostino, Bonavolontà e Croce. Ma il Picerno resta a +7

660

Nella 28^ giornata di Serie D, girone H, il Taranto sbanca lo stadio “Morra” di Vallo della Lucania: i rossoblù si impongono per 1-4 in rimonta sulla Gelbison. Grieco apre le marcature al 31′ e porta i padroni di casa in vantaggio, ma la squadra allenata da mister Panarelli non ci sta e ribalta il risultato grazie alle reti di Favetta e D’Agostino arrivate rispettivamente al 47′ e al 66′. Bonavolontà trova la gioia personale all’87’ con una conclusione dalla distanza e nel finale Croce sigla il quarto gol a due minuti dal termine. I padroni di casa hanno disputato la seconda frazione in dieci uomini a causa dell’espulsione di Cammarota arrivata al termine del primo tempo.

Ma il Picerno capolista, vittorioso in pieno recupero, resta a +7.

IL MATCH – Al 4′ Marsili ci prova da fuori area, la sfera termina a lato. Al 7′ D’Agostino calcia in porta di destro da buona posizione ma per poco non inquadra la porta. Al 15′ è Salatino a provarci, la sfera è facile preda del portiere D’Agostino. Al 27′ Caterino effettua un buon tiro, Antonino non si fa trovare impreparato e para. Al 31′ i padroni di casa trovano il vantaggio: Maiese mette in mezzo un pallone e trova Grieco, il quale di destro spedisce il pallone in rete. Al 36′ Favetta va vicino alla rete con un colpo di testa che viene respinto da D’Agostino, autore di un grande intervento. Il Taranto perviene al pareggio al 47′: D’Agostino serve Favetta, il quale colpisce al volo e batte il portiere di casa siglando il gol dell’1-1. Ingenuità di Cammarota subito dopo il gol: protesta con l’arbitro e si fa espellere lasciando la sua squadra in dieci uomini per tutta la secondra frazione.

Al 47′ Favetta calcia in porta ma D’Agostino blocca. Al 51′ ci prova Maiese, il suo tiro viene parato da Antonino. Al 56′ Maiese effettua un cross e trova Hutsol, il quale è sbilanciato ma colpisce il pallone e lo spedisce fuori. Al 66′ il Taranto ribalta il risultato: D’Agostino calcia di sinistro dal limite dell’area e spedisce il pallone prima sul palo e poi in fondo alla rete, non può nulla il portiere di casa. Al 67′ Oggiano cerca la gloria effettuando un tiro dalla destra, sfera a lato. All’82’ Favetta tenta la conclusione al volo dal limite dell’area, la sfera viene bloccata senza problemi da D’Agostino. All’87’ i rossoblù chiudono i conti: Bonavolontà calcia dalla lunga distanza e soprende Viscido siglando così il gol del 3-1. Al 93′ Croce effettua un tiro in diagonale dall’interno dell’area di rigore e segna la rete del definitivo 1-4.

GELBISON-TARANTO 1-4

RETI: 31′ Grieco (G), 47′ Favetta (T); 66′ D’Agostino (T), 87′ Bonavolontà (T), 93′ Croce (T).

GELBISON (3-5-2): D’Agostino (80′ Viscido); Hutsol (80′ De Luca), Grieco, De Angelis; Mejri (71′ De Cosmi), Cammarota, Vaccaro (71′ Passaro), Caterino (71′ Uliano), Maiese; Merkaj, Esposito. A disposizione: Romanelli, Pipolo, D’Angiolillo, Pifferi. All. Severo De Felice.

TARANTO (4-2-3-1): Antonino; Guadagno (60′ Pelliccia), Menna (57′ Croce), Di Bari, Ferrara; Massimo (54′ Di Senso), Marsili; Oggiano (71′ Bova), D’Agostino, Salatino (54′ Bonavolontà); Favetta. A disposizione: Pellegrino, Carullo, Roberti, Lanzolla. All. Luigi Panarelli.

ARBITRO: Antonino Costanza di Agrigento.

ASSISTENTI: Antonino Junior Palla di Catania – Filippo Fusari di Catania.

AMMONITI: Esposito (G), Marsili (T), Merkaj (G).

ESPULSI: Cammarota (G) al 47′ pt per proteste.

RECUPERO: 2′ pt – 5′ st.

di M. Panza – tuttocalciopuglia.com

Comments are closed.