SPACCIO TRA BORGO E TAMBURI: UN ARRESTO

L'OPERAZIONE DEI FALCHI DELLA SQUADRA MOBILE

145

La Polizia di Stato, a seguito di una scrupolosa attività info-investigativa, ha individuato un tarantino di 23 anni che, nella zona del borgo antico e nel rione Tamburi, avrebbe organizzato una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante i servizi di monitoraggio, i Falchi della Squadra Mobile hanno notato un soggetto sfrecciare, a bordo del scooter, in Via Garibaldi direzione Piazza Fontana.

Nel corso del controllo, nel tentativo di sottrarsi, il soggetto con una mossa fulminea ha lanciato un involucro, recuperato dagli investigatori ed ha cercato di far perdere le sue tracce.

Dopo un lungo inseguimento, il 23enne ha perso il controllo dello scooter ed è stato raggiunto dai poliziotti che hanno proceduto ad una perquisizione personale, domiciliare e del mezzo.

A seguito dei controlli, gli investigatori hanno rinvenuto e sequestrato la somma di quasi 8.500,00 euro in banconote di vario taglio (una parte della somma rinvenuta all’interno del motoveicolo ed un’altra all’interno del borsello); un involucro di cellophane contenente Cocaina per un peso complessivo di circa 11 grammi, la chiave di accensione di uno scooter elettrico e due smartphone, mentre presso il domicilio del giovane, all’interno del congelatore, è stata rinvenuta una panetta di Hashish per un peso complessivo di circa 100 grammi; un ulteriore pezzo di Hashish per un peso complessivo di circa 52 grammi.

Nel cortile sottostante l’abitazione del 23enne, i poliziotti hanno individuato uno scooter elettrico che poteva essere messo in moto con la chiave rinvenuta poco prima nel borsello: al suo interno, erano nascosti, sotto il sellino, sei involucri di cellophane trasparente contenenti Cocaina per un peso complessivo di circa 370 grammi.

Trasmessi gli atti all’Autorità Giudiziaria competente, il giovane è stato arrestato e condotto presso la Casa Circondariale di Taranto, mentre il materiale rinvenuto è stato posto sotto sequestro.

Per l’indagato vige la presunzione d’innocenza fino a sentenza definitiva.

Comments are closed.