SPACCIO IN CASA, ARRESTATA COPPIA

LA DONNA AI DOMICILIARI COL BIMBO, L'UOMO IN CARCERE

325

I Falchi della Squadra Mobile, durante i consueti servizi di controllo finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti nel territorio tarantino, hanno notato un insolito via vai di persone nei pressi di uno stabile del centro.

Al fine di dar riscontro ai propri sospetti, i poliziotti hanno organizzato diversi servizi di osservazione grazie ai quali sono riusciti ad individuare l’abitazione presso cui si recavano i giovani.

Gli agenti hanno deciso di procedere ad un controllo del predetto appartamento: ad aprire loro la porta è stata una giovane di 23 anni circa con in braccio un bimbo di pochi mesi.

Alla vista dei colleghi, la donna ha specificato che il compagno non era presente, consegnando agli agenti un involucro di pellicola trasparente in cui erano conservate 20 dosi di presumibile sostanza stupefacente del tipo cocaina, sostanza che veniva prelevata da un balcone esterno all’abitazione.

Sul tavolo della cucina, invece, veniva rinvenuta la somma di 85 euro, in banconote stropicciate, verosimilmente provento di spaccio ed un involucro in cellophane di colore verde, con all’interno presunta sostanza stupefacente dalle caratteristiche organolettiche dell’hashish, per un peso complessivo di grammi 2,2.

Il compagno della donna, dopo esser stato contattato telefonicamente, ha raggiunto l’abitazione riferendo di essere l’unico responsabile dell’attività di spaccio e che solo per quel giorno aveva demandato alla sua compagna tale attività.

Accortisi della perdurante agitazione dell’uomo, i colleghi hanno deciso di procedere ad una perquisizione più approfondita anche sul pianerottolo e sulla rampa di scale in uso esclusivo alla coppia.

Ad attrarre l’attenzione dei poliziotti sono stati dei segni di usura su una parete del pianerottolo, probabilmente causati da una scala ivi presente.

Gli agenti hanno raggiunto una cassetta di derivazione, posizionata a circa 2 metri di altezza, all’interno della quale sono stati rinvenuti: un involucro di cellophane trasparente contenente 18 dosi di sostanza stupefacente, termosaldate e di colore bianco, dal peso totale di quasi 8 grammi, un involucro di cellophane trasparente contenente 27 dosi di sostanza stupefacente, termosaldate e di colore bianco, del peso totale di 8 grammi circa, un involucro trasparente a chiusura ermetica, contenente al suo interno sostanza stupefacente del tipo “cocaina” allo stato puro, dal peso di quasi 60 grammi ed un involucro confezionato con nastro adesivo di colore marrone, contenente sostanza stupefacente del tipo “cocaina” allo stato puro, dal peso di 58 grammi circa, infine, un bilancino elettronico di precisione di colore grigio.

Il predetto materiale è stato sequestrato e la coppia è stata condotta presso gli Uffici della Questura per le formalità di rito.

Trasmessi gli atti all’Autorità Giudiziaria per la convalida, la coppia è stata arrestata perché presunti responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso tra loro.

La donna è stata posta agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, mentre l’uomo è stato condotto presso la Casa Circondariale di Taranto.

Comments are closed.