SOS CRIMINALITA’ A BRINDISI: VERTICE DAL PREFETTO

Dopo l'ultima sparatoria controlli a tappeto: fioccano sequestri e denunce

1.240

Dopo gli ultimi episodi che hanno destato allarme sociale (l’assalto a una tabaccheria di piazza Regina e la recente sparatoria, sempre in pieno centro) hanno spinto il prefetto di Brindisi, Valerio Valenti,  a chiedere ai responsabili delle forze di polizia e al questore l’immediato “rafforzamento dei dispositivi di controllo del territorio”. Lo stesso prefetto ha convocato per la mattinata del 22 maggio una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.“

Intanto ieri, 19 maggio, nella fascia oraria serale, nel centro cittadino e nelle zone periferiche del capoluogo, sono stati attuati a cura della polizia di stato, dell’arma dei carabinieri, della guardia di finanza e della polizia locale, nonche’ con il contributo del reparto Prevenzione crimine di bari e di una unita’ cinofila del locale ufficio polizia di frontiera, servizi coordinati di vigilanza e controllo straordinario del territorio a contrasto della criminalità locale a seguito anche degli episodi delittuosi verificatisi in questo ultima settimana a brindisi.
Pertanto al fine di aumentare i livelli di percezione della sicurezza nei confronti dei cittadini e degli operatori commerciali, i servizi in argomento sono stati pianificati ed effettuati in sede di una riunione tecnica tenuta nella mattinata.
In particolare si è proceduto a: identificazione di pregiudicati e controllo di autovetture con persone sospette; controllo di circoli ricreativi, sale giochi e luoghi di ritrovo di pregiudicati; perquisizioni nei confronti di soggetti pregiudicati appartenenti alla criminalità organizzata o comunque vicini ad ambienti malavitosi; controllo di locali di intrattenimento e di svago; controllo di persone sottoposte agli arresti domiciliari, ricerca di materiale esplodente; ricerca di sostanze stupefacenti; controllo di veicoli e ciclomotori. La forza impiegata, coordinata dall’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, come da direttive impartite, e’ stata dislocata in centro cittadino, nelle periferie e nelle adiacenze appunto di luoghi di intrattenimento e ritrovo giovanile, significando che l’azione di controllo ha raggiunto un’efficace azione preventiva e di dissuasione da gesti di intemperanza.
Si comunicano di seguito i risultati dell’’attivita’ svolta:
– Persone controllate nr. 257 (di cui nr. 27 con precedenti e nr. 3 stranieri)
– Persone denunciate nr. 3
– Autoveicoli controllati nr. 171
– Motoveicoli controllati nr. 13
– veicoli controllati sistema mercurio nr. 196
– Infrazioni al c.d.s. nr. 5
– Sequestri amministrativi nr. 1
– Sequestri penali nr. 1 (coltello)
– Ispezioni personali ex art. 103/2° c. Nr. 1
– Controlli esercizi pubblici (sala giochi) nr. 1 (nr. 8 persone controllate

Comments are closed.