SGOMINATA PIAZZA DI SPACCIO IN CITTA’ VECCHIA

DUE I GIOVANI PUSHER COLTI IN FLAGRANTE

77

Senza sosta l’attività antidroga della Squadra Mobile nel Borgo antico.

Costante la presenza dei Falchi che, nonostante la particolare conformazione dei luoghi, fatta di vicoli – spesso senza uscita – ed anfratti, riescono con una capillare attività di controllo e monitoraggio a sorprendere e fermare con sempre maggior frequenza i pusher del quartiere.

L’attenzione dei poliziotti è stata attirata da un continuo movimento di tossicodipendenti in Vico Rizzi, facendo ritenere la presenza una fiorente piazza di spaccio, ben articolata e gestita da due giovani pregiudicati, uno residente nella zona, l’altro al Quartiere Paolo Sesto.

I due giovani pusher, che utilizzavano due locali attigui al piano terra di uno stabile, si erano anche suddivisi i compiti e le sostanze stupefacenti da spacciare.

Dopo qualche giorno di appostamento, reso estremamente difficile dai vicoli angusti, i Falchi hanno deciso di interrompere l’illecito traffico, prima bloccando l’accesso al vicolo da entrambe le direzioni e poi intervenendo all’unisono con il preciso intento di bloccare in contemporanea i due spacciatori.

Operazione riuscita nei migliori dei modi.

I due giovani sono stati bloccati: l’uno era intento a vendere una dose di hashish, l’altro dopo un disperato tentativo di fuga.

A conferma dei sospetti maturati, i Falchi, recuperando un mazzo di chiavi in possesso di quest’ultimo, hanno aperto uno dei due locali ben custodito da una porta blindata, rinvenendo 49 dosi di cocaina, un involucro di cellophane con all’interno circa 45 grammi di eroina, 550 euro in banconote di piccolo taglio e tutto il materiale necessario per il confezionamento delle sostanze trovate.

Nel locale attiguo, anche questo protetto da una porta blindata, sono state recuperate 62 stecche di hashish per un peso di circa 40 grammi tutte confezionate e già pronte per lo spaccio ed altri 170 euro.

Nelle fasi dell’operazione antidroga, numerosi i giovani, che non conoscendo i poliziotti, si sono avvicinati, chiedendo, dietro esibizione di una banconota, una dose delle sostanze stupefacenti sequestrate, palese dimostrazione della fiorente attività di spaccio appena debellata.

I due giovani, rispettivamente di 27 e 20 anni, sono stati arrestati in flagranza di reato.

La droga ed il denaro recuperato è stato posto sotto sequestro a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Comments are closed.