SEA WATCH, “SOPRAVVISSUTI ALL’ORRORE”

IL COMMENTO DELLA ONG DOPO LO SBARCO A TARANTO

144

“I nostri ospiti sbarcano a Taranto, Italia. Siamo contenti di loro che sono sopravvissuti all’orrore della fuga in pericolo di vita e ora sono in un posto sicuro”. Lo dichiara Sea Watch dopo lo sbarco a Taranto,  di 438 migranti dalla nave Sea Watch 3. Il porto pugliese era stato assegnato all’unità due giorni fa dal Viminale. A bordo della nave vi erano 438 migranti, tra cui oltre 116 minori non accompagnati e 35 donne (4 delle quali in stato di gravidanza). Sono stati salvati in diverse operazioni di soccorso nei giorni scorsi davanti alla Libia. Sono quasi tutti dell’Africa subsahariana e alcuni del Bangladesh. Cinque migranti, tra quelli arrivati, sono stati condotti in ospedale per accertamenti medici, mentre i minori non accompagnati, dopo l’identificazione, saranno trasferiti al Cara di Brindisi. Sea Watch in un post su Fb afferma che “oltre 1000 persone hanno dovuto pagare la ricerca della sicurezza nel Mediterraneo con la loro vita quest’anno. Abbiamo bisogno di vie di fuga sicure e legali”. (AGI)

Comments are closed.