RUBA IN UNA PROFUMERIA DEL CENTRO CITTADINO: TRADITO DA UN TATUAGGIO

Furti nel Borgo: la Polizia aumenta i controlli. Decisive le telecamere

153

A seguito della denuncia di furto presentata presso gli Uffici del Commissariato Borgo dalla responsabile di un negozio di profumi e cosmesi del centro cittadino, i poliziotti hanno avviato una scrupolosa attività d’indagine che ha consentito loro di identificare il presunto autore del furto.

Nei giorni scorsi, infatti, anche a seguito delle numerose segnalazioni da parte dei commercianti della zona, i colleghi del Commissariato Borgo hanno rafforzato l’attività di controllo allo scopo di prevenire ulteriori furti ai danni delle diverse attività commerciali presenti sul territorio.

A seguito dell’attività di monitoraggio, gli agenti hanno notato due individui che si aggiravano per le strade del centro, si  avvicinavano con fare nervoso e furtivo agli ingressi degli esercizi commerciali e, dopo aver  scrutato all’interno, si allontanavano di tutta fretta.

I due sono stati fermati per un controllo e sono stati identificati.

Dalla visione delle immagini delle telecamere interne della profumeria,

i poliziotti hanno acquisito elementi idonei a ritenere che uno dei due soggetti inquadrati avesse una somiglianza molto forte con uno dei due giovani identificati.

A tradirlo anche un tatuaggio impresso sull’avambraccio destro.

Nelle immagini i colleghi hanno osservato come, l’uomo, dopo essere entrato nel negozio, facendo finta di osservare i prodotti in vendita sugli scaffali, senza farsi notare dalle commesse, con gesto fulmineo, ha afferato un profumo in esposizione per poi nasconderlo all’interno delle bermuda.

Poi, come se nulla fosse, continua il suo giro all’interno del locale per poi andarsene indisturbato con il bottino.

Raccolti elementi sufficienti per ritenere il 30 enne presunto responsabile del furto, lo stesso è stato rintracciato e, trasmessi gli atti all’Autorità Giudiziaria competente, è stato deferito in stato di libertà per il presunto reato di furto aggravato.

Comments are closed.