RASSEGNA NAZIONALE SCUOLE A INDIRIZZO MUSICALE: CONCERTO INAUGURALE ALL’ORFEO

Protagonista l'Orchestra sinfonica e il Coro polifonico del liceo Archita, in una settimana piena di iniziative

820

Circa 170 ragazzi sul palco del teatro Orfeo per il concerto inaugurale della XXIX Rassegna nazionale delle scuole medie a indirizzo musicale che quest’anno, per scelta del Ministero dell’Istruzione, si svolge a Taranto.

L’onore di dare il via a una settimana ricca di eventi cui parteciperanno scuole provenienti da tutta Italia, toccherà all’Orchestra sinfonica e al Coro polifonico del liceo Archita che, per l’occasione, accoglieranno 81 ragazzi provenienti, per l’orchestra, dalle scuole medie a indirizzo musicale di Taranto e provincia, per il coro, dalle scuole medie del territorio provinciale. Tutte le scuole medie, infatti, sono state invitate dal liceo Archita con il suo Dirigente Scolastico, professor Pasquale Castellaneta partecipare a questo progetto e in tante hanno aderito con entusiasmo. Si tratta di una sinergia virtuosa tesa a collegare in maniera coerente la filiera della formazione musicale a partire dal primo grado del secondo ciclo (la vecchia scuola media) attraverso la collaborazione tra scuole medie comuni e a indirizzo musicale del territorio con l’unico liceo musicale della provincia.

Il tutto, non solo per “creare” attraverso la pratica musicale un curricolo coerente, ma soprattutto per “dare un concreto segnale dell’importanza strategica che il MIUR attribuisce alla pratica musicale come fattore educativo dei giovani. Il Ministero dell’Istruzione, infatti, riconosce alla pratica musicale una particolare valenza educativa e formativa poiché essa contribuisce alla crescita equilibrata della persona e, attraverso una più armoniosa utilizzazione delle varie capacità della mente umana, favorisce l’apprendimento di tutte le discipline”. (dalla nota MIUR del 3 aprile 2018)

Le scuole medie coinvolte sono ben dieci e precisamente gli Istituti Comprensivi Pirandello (con indirizzo musicale), Salvemini, Sciascia, San Giovanni Bosco, Vico–De Carolis, XXV luglio–Bettolo di Taranto, Pignatelli di Grottaglie, De Amicis–Manzoni di Massafra, Deledda–San Giovanni Bosco di Ginosa, e la scuola media A. Volta di Taranto, le ultime quattro con uno o due corsi ad indirizzo musicale.

Le attività sono cominciate a gennaio e sono state finalizzate alla preparazione di un concerto che si doveva svolgere il 7 maggio e che, dopo la scelta di Taranto da parte del MIUR come sede della XXIX Rassegna, è diventato il concerto inaugurale della rassegna stessa e della settimana nazionale della musica.

L’orchestra sinfonica del Liceo Archita è nata in via sperimentale nel 2004 come formazione cameristica e si è progressivamente ampliata. Attualmente comprende tutti i principali strumenti delle grandi orchestre sinfoniche. Dal 2012 ha preso il nome di orchestra sinfonica per le sue ragguardevoli dimensioni (fino a circa 60 strumentisti) e per la qualità musicale delle sue esecuzioni.

Tra i suoi impegni più recenti vanno almeno ricordati nel giugno 2014, l’esecuzione, insieme al coro polifonico, della cantata scenica Carmina Burana di Carl Orff, in versione integrale con allestimento scenico e coreutico, nel 2016, il concerto Promenade all’est della musica nel quale ha eseguito la difficile trascrizione orchestrale di Ravel dei Quadri di un’esposizione di Musorgskij e, nel giugno 2017, l’esecuzione di un’altra difficile partitura, quella del Pierino e il lupo di Prokoviev, allestito in versione semiscenica nel cortile del castello aragonese e l’esibizione, insieme a diverse orchestre dei licei musicali di Puglia alla Festa della Musica, organizzata a Taranto, nel mese di giugno 2017, dall’Ufficio Scolastico Regionale.

L’orchestra sinfonica del Liceo Archita è diretta dal professor Paolo Battista, docente di violino dell’indirizzo musicale.

Il Coro polifonico del liceo Archita è ormai una realtà consolidata nel panorama musicale tarantino e ha un curriculum di assoluto prestigio per un coro scolastico.

Nato nell’anno scolastico 1998-99, si esibisce regolarmente nelle manifestazioni “MusicaArchita”, ovvero nei concerti di musica classica organizzati con cadenza annuale dalla scuola. Ha tenuto concerti di beneficenza per Telethon e per la Croce Rossa Italiana ed ha al suo attivo collaborazioni con artisti di fama mondiale quali il compositore premio Oscar recentemente scomparso Luis Bacalov, sotto la cui direzione ha eseguito in prima mondiale assoluta l’opera Ave verum, dello stesso Bacalov, per voce solista, coro polifonico e orchestra. Nell’estate 2015 ha tenuto una tournée con il cantante Simone Cristicchi e l’Orchestra della Magna Grecia per lo spettacolo musicale La buona novella.

Il coro polifonico del liceo Archita è diretto, fin dalla sua fondazione dalla professoressa Maria Antonietta Carola.

Per il concerto del 7 giugno, l’orchestra si è avvalsa anche del prezioso lavoro dei docenti Simona Barbera, Angelo Brancone, Michele Cataldo, Giuditta Giovinazzi, Cosima Melucci e, per le scuole medie, dei docenti Rosa Bando, Duilio Bellone De Grecis, Vito A. Di Fonzo, Palma Di Gaetano, Betty Fasano, Arianna Latartara, Vincenzo Longo, Rosita Lorusso, Andrea Martina, Cosima Melucci, Viviana Menga, Gabriella Pastore, Chiara Ratti, Marisa Russo, Fabio Tuzzi, Vincenzo Zecca. Il coro di voci bianche, invece, è stato preparato, oltre che dalla professoressa Carola, dai docenti Roberto Ceci, Fiorella Odeven, Anna Russo, Gabriella Strusi, Loredana Tedesco, Antonella Venneri, Angela Vinci.

Il concerto, che sarà presentato dalla giornalista Maristella Massari, inaugura anche la settimana cataldiana della scuola e si svolgerà al teatro Orfeo alle ore 20.00 di lunedì 7 maggio.

In programma brani e autori disparati, ma tutti impegnativi per i giovani strumentisti e cantori tra i quali, piccoli e grandi, vanno annoverati diversi spiccati talenti.

Un’orchestra di chitarre accompagnerà alcuni strumenti solisti nel celebre Carnevale di Venezia, composizione nella forma del tema con variazioni di Niccolò Paganini. L’orchestra sinfonica al completo eseguirà quindi il travolgente Pizzicato polka di Johann Strauss figlio e Josef Strauss e, subito dopo, la Sinfonia dei giocattoli di Joseph Haydn, una composizione che trae il suo nome dalla presenza di strumenti giocattolo nell’organico. Ultimo brano solo orchestrale sarà una colonna sonora tra le meno note di Nino Rota, quella del film La montagna di cristallo, diretto da Henry Cass ed Edoardo Anton nel 1949.

Nel 150° anniversario della morte di Gioacchino Rossini, non poteva mancare un omaggio all’arte del grande pesarese: l’orchestra eseguirà la Sinfonia de L’Italiana in Algeri, il coro a 4 voci e l’orchestra del solo liceo Archita eseguiranno quindi La danza, celebre tarantella su testo del conte Carlo Pepol.

Le voci bianche dei ragazzi di scuola media e i piccoli strumentisti delle SMIM (scuole medie a indirizzo musicale) si aggiungeranno quindi al coro e all’orchestra nei successivi brani, due celebri song tratti dal Musical The Sound of Music, (in italiano Tutti insieme appassionatamente), e cioè My favourite Things e Do Re Mi, seguiti dalla suadente Moon River di Henry Mancini, indimenticabile colonna sonora del film Colazione da Tiffany.

Il programma della serata si concluderà con Le nozze di Bacco e Arianna del nostro Giovanni Paisiello, mascherata per piccola orchestra e coro polifonico che fu commissionata al venticinquenne Paisiello dalla Corte ducale di Modena per il carnevale 1765, il Carnevale di Venezia di Gioacchino Rossini, un divertissement che l’autore compose nel 1821 a Roma per le maschere del Carnevale e, infine, con il trionfale Alleluja dal Messiah di Georg Friedrich Handel.

Un programma, come si può vedere, degno di un concerto per formazioni adulte che i ragazzi del liceo e quelli più piccoli delle scuole medie hanno affrontato con grande serietà in un esperimento di continuità educativa tra diversi ordini di scuole che non è frequente e presenta grandi difficoltà organizzative, tutte affrontate con entusiasmo dagli attori di questo connubio, i ragazzi in primo luogo, ma anche tutti i docenti coinvolti che hanno preparato i loro alunni per questo importante avvenimento.

Comments are closed.