PORTO DI TARANTO, NEL 2023 ARRIVA COSTA CROCIERE

LO SCALO JONICO SARA' DI IMBARCO E SBARCO E DI TRANSITO

129
Nell’estate 2023 Taranto diventerà un nuovo porto di scalo di Costa Crociere.
A partire dal 3 giugno e sino al 7 ottobre, Costa Pacifica, nave battente bandiera italiana della flotta Costa, sarà a Taranto tutte le settimane, nell’ambito di un itinerario alla scoperta delle isole greche.
L’annuncio è stato dato oggi, nel corso di una conferenza stampa organizzata nel Palazzo di Città di Taranto, alla quale hanno preso parte Rinaldo Melucci, sindaco di Taranto, Sergio Prete, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio e commissario straordinario del Porto di Taranto, Gianfranco Lopane, assessore al Turismo della Regione Puglia, Raffaella Del Prete, direttore generale dei Porti Crocieristici italiani di Global Ports Holding, e Mario Zanetti, direttore generale di Costa Crociere.
Gli scali di Costa Pacifica in programma a Taranto sono in tutto 19, il sabato, dalle 8 alle 17. Oltre Taranto, la nave visiterà anche Catania, La Valletta (Malta), Mykonos (Grecia), Santorini (Grecia), permettendo agli ospiti di godersi in un’unica vacanza il meglio delle isole greche, due stupende destinazioni in Puglia e Sicilia, due delle regioni italiane più apprezzate dal turismo internazionale, e l’isola di Malta.
In questo itinerario, Taranto sarà sia porto di imbarco e sbarco, raggiungibile anche con il pacchetto “volo+crociera”, sia porto di transito per gli ospiti che imbarcheranno negli altri porti, in particolare Catania. Le migliaia di crocieristi italiani ed esteri che arriveranno a Taranto potranno visitare la città e il territorio in maniera autonoma, oppure scegliendo tra la vasta gamma di escursioni organizzate a cui sta lavorando la compagnia con il supporto delle istituzioni e degli operatori locali. In particolare, il progetto dei tour a Taranto si sta concentrando sulla visita del centro storico, il Duomo, il Castello Aragonese e il museo archeologico MarTa, mentre sul territorio sono previste visite alle principali location provinciali e regionali, oltre a un tour in catamarano nel golfo e nelle acque dello Ionio.
«L’arrivo di Costa Crociere – le parole del sindaco Melucci – oltre a essere un’ottima notizia per l’intero sistema cittadino dell’accoglienza, conferma quel che sosteniamo da ormai diverso tempo: Taranto sta crescendo come meta turistica, sta consolidando la sua appetibilità. La rotazione degli operatori è sintomo di un’attenzione del mercato verso una destinazione che ha ancora margini per esprimere le sue potenzialità. Noi offriremo sempre la massima collaborazione a chiunque crederà nella rinascita della nostra città e con Costa abbiamo trovato la stessa sintonia che avevamo già trovato con altre realtà del settore. Siamo certi che il nostro porto crescerà ancora e avrà forza e capacità di attrarre molte altre compagnie».
«La strategia di sviluppo del segmento crocieristico nel porto di Taranto – ha dichiarato il presidente di Adsp Prete – segna oggi un nuovo importante traguardo per la destinazione jonica che va acquisendo una sempre crescente posizione di prestigio nella mappa mediterranea degli itinerari crocieristici. L’avvio di questa nuova partnership è possibile grazie alla consolidata intesa con gli attori istituzionali locali e regionali e con gli operatori portuali, primo fra tutti l’Autorità Marittima, e sarà un elemento di ulteriore stimolo per una coordinata valorizzazione turistica dell’immenso patrimonio storico, architettonico e naturalistico del capoluogo jonico. Un’area che, partendo dal porto di Taranto, di cui ne rappresenta un importante approdo naturale, abbraccia numerosi territori fino a lambire le province limitrofe. Con la sfida dell’homeporting, garantita con l’upgrade dello scalo per quanto attiene le procedure di imbarco e sbarco, il Porto di Taranto si conferma infrastruttura pivot di un efficiente sistema intermodale, aprendo di fatto il territorio a nuovi scenari capaci di agevolare l’economia e l’ulteriore sviluppo del settore turistico nella città di Taranto”.»
«L’arrivo di un altro player a Taranto, quale è il gruppo Costa, conferma l’attrattività e la bellezza della città e del suo porto – la dichiarazione dell’assessore Lopane – come Regione Puglia seguiamo molto da vicino la crocieristica e il turismo nautico e continueremo a lavorare accanto al Comune di Taranto per la crescita del settore. Per questo, oggi, annunciamo una misura importante per favorire il turismo marittimo: nei prossimi giorni pubblicheremo un avviso per finanziare le iniziative di comunicazione e promozione a sostegno del brand Puglia da parte delle compagnie crocieristiche e dei tour operator che organizzano catene charter nella nautica da diporto. Saranno stanziati in via sperimentale 400 mila euro per le attività che si svolgeranno nel 2023. La letteratura ci dice che sei crocieristi su dieci confermano di voler tornare nella città dove approdano, con ricadute importanti nell’economia dei territori. I dati acquisiti dall’Osservatorio di Pugliapromozione rivelano che i turisti giunti via mare in Puglia, principalmente mediante navi da crociera, per il 90% non hanno mai visto la nostra regione, che vi giungono per la prima volta via mare e visitano le principali località turistiche durante la sosta dell’imbarcazione. Con l’avviso, dunque, le crociere e la nautica diventano per la destinazione Puglia e per Taranto, una vetrina, un’occasione di visibilità e di incentivazione per il viaggiatore a ripetere l’esperienza per più giorni e tornare nei nostri territori».
«Costa Crociere mette Taranto sulla cartina geografica del turismo di valore delle crociere. Una novità che darà un ulteriore contributo al processo di sviluppo turistico della città – ha dichiarato Zanetti di Costa Crociere – facendo scoprire ai nostri ospiti una destinazione per molti inedita, ma che ha davvero molto da offrire.  Per fare in modo che Taranto diventi una meta consolidata del turismo crocieristico, è fondamentale la collaborazione con le istituzioni e gli operatori locali, che ringrazio per la disponibilità dimostrata sinora. Bisogna lavorare insieme per garantire i servizi necessari alla valorizzazione dell’esperienza che i crocieristi faranno a Taranto, come nel caso delle strutture portuali o delle escursioni organizzate. Sono certo che con l’aiuto di tutti potremo ottenere grandi risultati».
«Questo è un anno davvero positivo per la Taranto Cruise Port – ha concluso Del Prete – la decisione di Costa Crociere di inserire Taranto nei propri itinerari è un’ulteriore, graditissima conferma che arriva a pochi mesi dalla vittoria a Malaga del prestigioso “Seatrade Med Cruise Award 2022” come destinazione emergente dell’anno, ottenuto insieme all’Autorità Portuale. Questi risultati non arrivano per caso, sono il frutto di un lungo lavoro di preparazione, di promozione della destinazione in sinergia con le istituzioni e le autorità locali. Inoltre con Costa Crociere per la prima volta Taranto è home port; dunque, gestiremo un volume di imbarchi e sbarchi mai operato prima a Taranto, che ci vede preparati e fiduciosi grazie all’esperienza acquisita dal team locale negli anni passati e alla profonda competenza operativa della Global Ports Holding, il più grande terminalista crociere al mondo, di cui Taranto Cruise Port fa parte».

Comments are closed.