“POLIZIOTTA COLPITA DA CORONAVIRUS A TARANTO. SERVONO IDONEI DPI”

L'appello dell'Associazione Nuova Difesa

1.466

Un primo caso di coronavirus si sarebbe registrato nella Questura di Taranto. Sull’argomento intervengono Celestino D’Angeli e Patrizia Massimini, vertici dell’associazione Nuova Difesa.

«Il primo pensiero – dichiarano – va alla poliziotta in forza presso la Questura di Taranto  alla quale auguriamo una pronta guarigione. Per tutti gli altri ci auguriamo siano adottate le dovute precauzioni».

«Occorrono idonei dispositivi di protezione individuale per la tutela di quanti sono esposti in prima linea. Non si può – proseguono – vincere una guerra con le scarpe di cartone. Poliziotti e militari vanno messi in condizione di operare in sicurezza, senza sacrificare la loro salute e quella delle loro famiglie».

Vittima del contagio sarebbe dunque una agente: i locali sarebbero stati sottoposti a sanificazione.

Comments are closed.