“PILLOLE DI SICUREZZA” ARRIVA A RUTIGLIANO

Prosegue il progetto multidisciplinare, ideato dall’Ansi Bari e Provincia, che mette a confronto docenti, studenti e genitori

154

di Paolo ARRIVO

Educare i giovani alla responsabilità, al rispetto delle regole. Al terzo principio della dinamica: ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria. Così può essere sintetizzato l’obiettivo generale dell’iniziativa promossa dal Consiglio regionale della Puglia in collaborazione con l’Ufficio scolastico, intitolata “Pillole di… sicurezza! Educazione alla sicurezza stradale”, tour partito a Locorotondo il 30 novembre dello scorso anno. Si tratta di un progetto multidisciplinare ideato dall’Ansi (Associazione nazionale scuola italiana) e dalla Provincia di Bari. Il prossimo appuntamento è in programma nella mattinata di lunedì prossimo 20  gennaio a Rutigliano. Un incontro rivolto ai ragazzi dell’Istituto comprensivo “Settanni-Manzoni”, dove si terrà una giornata di formazione: i primi destinatari del progetto sono proprio gli studenti della Puglia, di dodici scuole secondarie di primo grado, chiamati ad avere conoscenza dei pericoli legati alla mobilità, dei comportamenti che impattano negativamente sul clima e sull’ambiente. Insomma la vecchia educazione civica, materia da rispolverare, viene affrontata e finalizzata all’elaborazione di vari elaborati (digitali, fotografici, pittorici o musicali) che saranno premiati da una giuria durante la manifestazione finale, che si terrà a Bari. Bene si fa ad insistere su un tema di grande attualità. Quello che responsabilizza pedoni, automobilisti, ciclisti e motociclisti di tutte le età. Più della legge, spesso inefficace (non sono le leggi a modificare i costumi, ma i costumi a bypassare i costumi in Italia), informare per prevenire risulta essere il miglior modo di scongiurare i drammi che si consumano ogni giorno sulle strade italiane. O per ridurre i rischi elevati: dai lavori coordinati dall’Agenzia regionale strategica per lo Sviluppo ecosostenibile del territorio (Asset) emerge l’incremento dei sinistri totali, mentre sono in calo quelli mortali. La conoscenza è il primo step di un percorso che trova nella ricerca un ottimo alleato. La tecnologia, infatti, può venire in aiuto degli utenti più deboli della strada.

“Pillole di sicurezza”, che lunedì scorso ha raggiunto l’Istituto comprensivo “Croce-Monasterio” di Latiano, soddisfa l’impegno dell’Onu nel dimezzare proprio la mortalità stradale. Al quinto appuntamento, l’incontro di Rutigano, tra le ore 10.00 alle 13.30 interverranno lo psicologo ed educatore stradale, Paolo Gargano; Rosanna Pucciarelli, docente di Illustrazione scientifica dell’Accademia di Belle Arti di Bari; Lucia Muscatelli (associazione aMichi di Michele Visaggi) e Luna Montatore. Gli stessi si confronteranno con docenti, studenti e genitori. L’interattività è la caratteristica del progetto replicato per il terzo anno. Al quale collaborano fumettisti-illustratori scientifici professionali.

Comments are closed.