PAPANICE: “NO ALLE ANTENNE 5G A LEPORANO”

LA LETTERA DEL PRESIDENTE DI HALP AL SINDACO DAMIANO

291

Il Presidente di HALP- HUMANITARIANA AID LIFE PROGRAMS dr. Edmondo Papanice ha scritto stamani al Sindaco di Leporano dr. Vincenzo Damiano riguardo la motivata preoccupazione in termini di salute dei cittadini per il moltiplicarsi di antenne sul territorio.

Gentile Sindaco,

ho il piacere di scriverLe in qualità di Presidente dell’Associazione umanitaria e di promozione sociale HALP- HUMANITARIAN AID LIFE PROGRAMS – APS.Soggetto attivo del sistema di terzo settore italiano e internazionale, HALP persegue obiettivi al fine di migliorare le condizioni della Terra partendo dall’affermazione e attuazione dei principi della pace, del pluralismo delle culture, della solidarietà tra i popoli e della cooperazione nella piena realizzazione dei diritti fondamentali dell’uomo ispirandosi ai principi sanciti dalle Nazioni Unite e dalle convenzioni della Comunità Europea.L’Associazione, da ormai dieci anni, pone tra i suoi obiettivi la necessità di sradicare dall’anima umana tutta la paura e il timore di ciò che l’incertezza del futuro può portare all’uomo, qualunque sia lo stato sociale da lui vissuto, povertà, emarginazione, discriminazione …
persegue la necessità di dare serenità a tutti i sentimenti e sensazioni che l’uomo in difficoltà vive rispetto al futuro.Come tutti sanno, Leporano è un comune custode di antichità e di bellezze paesaggistiche di importante rilievo nazionale, basti pensare ad esempio a Saturo che in tutte le fonti storiche viene  sempre nominato prima di Taranto, il più antico insediamento laconico nel golfo e con il suo mare di acque incredibilmente azzurre e cristalline, totale assenza di industrie, un insieme di fattori che ha permesso negli ultimi quarant’anni di far crescere la popolazione dai meno di 2000 abitanti originari agli attuali 8.000.Un comune che purtroppo negli ultimi tempi sta subendo una graduale trasformazione dal punto di vista di immagine causa moltiplicarsi di antenne ripetitori di telefonia mobile.E’ indubbio che grazie alla tecnologia tantissimi servizi al giorno d’oggi sono molto più rapidi ed efficienti e che in zone periferiche un potenziamento della linea telefonica renda migliore il lavoro, la socialità e la sicurezza; ma è altrettanto indubbio che vivere e lavorare sotto una distesa di antenne non è certo rassicurante come ad esempio accompagnare i propri figli alla scuola d’infanzia con una di queste posta a poche decine di metri dal plesso scolastico in considerazione anche del fatto che la scienza non si è ancora espressa in maniera certa che l’esposizione a tali emissioni sia innocua ora e a lungo termine.E’ noto che una parte della comunità leporanese residenti e non, stia esprimendo dissenso all’installazione eccessiva di antenne 5G adiacenti al centro abitato, pertanto Le chiedo, essendo Lei investito di preminenti funzioni e prerogative in materia di tutela della salute pubblica, quale risposta intende fornire alle legittime preoccupazioni dei cittadini e di manifestare il suo pensiero e le pratiche che intende attuare.  Cordialmente

                                                                                                               Il Presidente: dr. Edmondo Papanice

Comments are closed.