PAOLA GALEONE PREFETTO DI COSENZA

Dopo quattro anni lascia Benevento

3.088
La tarantina Paola Galeone è il nuovo Prefetto di Cosenza: è quanto ha stabilito il Consiglio dei ministri su proposta del ministro dell’Interno Matteo Salvini. Si tratta di un ritorno; qualche anno fa la dott. ssa  Galeone ha ricoperto il ruolo di Commissario Prefettizio dell’ormai ex Comune di Corigliano Calabro.
Nata a Taranto il 5 agosto 1961 la Dott.ssa Paola Galeone è laureata in Giurisprudenza ed in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Bari.
Sin dal suo ingresso nell’Amministrazione dell’Interno, avvenuto nel 1987, ha svolto tutta la sua attività presso la Prefettura di Taranto fino al 30 marzo 2008, ricoprendo gli incarichi di Capo di Gabinetto, Responsabile Ufficio Stampa e Ufficio Pubbliche Relazioni, Funzionario alla Sicurezza, Coordinatore dell’Ufficio Affari Sociali nonché Dirigente dell’Ufficio N.O.T.
Trasferita il 31 marzo 2008 a Cosenza con l’incarico di Vicario del Prefetto, dal 31 marzo 2008 al 26 luglio 2009 ha ricoperto, altresì, l’incarico di Dirigente reggente dell’Area I – Ordine e sicurezza pubblica e dal 29 luglio 2010 quello di reggente dell’Area II – Raccordo con gli Enti Locali e consultazioni elettorali.
Assegnata dal 6 settembre 2010 alla Prefettura di Campobasso, ha disimpegnato le funzioni di Viceprefetto Vicario fino al 29 dicembre 2013, ricoprendo anche l’incarico di Dirigente reggente dell’Area IV BIS – Diritti Civili, Cittadinanza, Condizione Giuridica dello Straniero, Immigrazione e Diritto d’Asilo dal 13.6.2011 al 9.9.2011, di Responsabile dell’Ufficio Provinciale di Censimento, istituito per il 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni, dall’1.4.2012 al 31.12.2012 e di Reggente il Servizio II – Amministrazione, Servizi Generali e Attività Contrattuali dall’1.10.2013 al 29.12.2013.
Con deliberazione del Consiglio dei Ministri del 17 dicembre 2013 è stata nominata Prefetto con incarico di Vice Commissario del Governo nella Regione Friuli Venezia Giulia.
Dall’8 maggio 2014 è Prefetto della Provincia di Benevento, fino alla nomina di ieri a Prefetto di cosenza.
Abilitata all’esercizio della professione forense e all’insegnamento di “Discipline giuridiche ed economiche” è iscritta all’Albo dei Docenti della Scuola Superiore dell’Amministrazione dell’Interno ed all’Albo dei Giornalisti della Regione Puglia.
Ha conseguito, altresì, il Diploma in Diritto Comparato presso l’Università di Urbino ed i Master annuali in “Economia del Settore Pubblico”in “Cittadinanza Europea e Amministrazioni Pubbliche” ed in “Comunicazione, informazione e rapporti con i media”.
Tra i numerosi corsi frequentati si citano i più significativi: corso di perfezionamento in “Amministrazione e Finanza degli Enti Locali” organizzato dall’Università degli Studi di Napoli Federico II; corso di perfezionamento in “Affari Comunitari” organizzato dal Centro Alti Studi Europei svoltosi ad Urbino con programma di specifica attinenza al Master in cittadinanza europea ed amministrazioni pubbliche; Stage su “Linee di governo dell’economia comunitaria” tenutosi presso l’Institut Internazional des Sciences Administratives di Bruxelles; Corso «l’Union Européenne et l’élargissement à l’Est. La démocratie entre Etats et nations» organizzato dall’Université Européenne d’été de Budapest/Keszthely; Human Rights Course within the «European Community project on training for civilian aspects of crisis management» organizzato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa; Corso multidisciplinare universitario di “Educazione allo sviluppo” organizzato dall’Università di Bari.
Ha svolto le funzioni di Commissario straordinario nei Comuni di Crispiano, Statte, Fragagnano, Manduria, Castellaneta, Corigliano Calabro e Cerzeto.
Ha presieduto, inoltre, le Commissioni straordinarie per la gestione provvisoria dei Comuni di Platì e di San Ferdinando , in provincia di Reggio Calabria, di Casapesenna , in provincia di Caserta, sciolti per ingerenze della criminalità organizzata .
È insignita dell’Onorificenza di  Commendatore dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” e dell’Onorificenza di Dama dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme .

Comments are closed.