NELLA SALA GIOCHI TORNEI DI POKER: IN 66 SEGNALATI DALLA POLIZIA

Sospesa la licenza in un locale del centro di Ostuni

205

A seguito di quanto accertato dagli agenti del Commissariato di PS di Ostuni e della Divisione Amministrativa della Questura di Brindisi, il SUAP del Comune di Ostuni ha sospeso ogni attività di una sala giochi sedente nel centro della “città bianca”. I riscontri operati dalla Polizia di Stato hanno, infatti, acclarato come all’interno dei locali del circolo in argomento l’attività preponderante fosse quella dei tornei di poker. Detto gioco d’azzardo veniva svolto in assenza della necessaria concessione e, nel corso di più controlli, si identificavano complessivamente 66 avventori, molti dei quali nella attiva partecipazione ai tornei in argomento.

L’azione di verifica curata dai poliziotti si realizzava in una serie di interventi posti in essere poco prima che fosse decretato il lockdown per il covid-19.

Si è dunque accertato che la netta commistione tra attività di lucro (somministrazione di alimenti e bevande e sala slot) e l’attività di gioco del poker nel medesimo locale fosse  una circostanza di fatto consuetudinaria.

Oltre al provvedimento sanzionatorio di carattere amministrativo, conclusosi con la sospensione della licenza, è stata inoltrata una dettagliata informativa di reato alla Procura della Repubblica del Tribunale di Brindisi per gli aspetti penali che potrebbero investire le singole posizioni degli avventori.

Comments are closed.